Disoccupato brutto apre OnlyFans e la piattaforma gli chiede 5mila euro di risarcimento

Roma – “Biggus Dickus” fino a pochi mesi fa era noto come Giordano Piti e di mestiere faceva il cameriere. A settembre, poco dopo il suo ventottesimo compleanno, è rimasto disoccupato e ha deciso di aprire un suo canale OnlyFans, spronato dagli straordinari guadagni dichiarati da diverse sue coetanee. Forte del poderoso pene (da qui il nickname), Giordano si è gettato in questa nuova avventura con rinnovato entusiasmo. Purtroppo per lui, le cose sono andate molto diversamente da come si aspettava.

Anzitutto, anche a detta della madre, Giordano è brutto come un’iperacusìa durante Capodanno. Non può vantare neppure un fisico scolpito, anzi: la sua è una corporatura piuttosto magrolina. Come se non bastasse, pare che anche il membro del ragazzo, seppur di notevoli dimensioni, sia sgraziato e dalla bizzarra forma elicoidale. Fin da subito, dunque, Giordano si è trovato in difficoltà a convincere delle fans a iscriversi al canale e pagare per vederlo compiere del tragico autoerotismo.

Anche fosse stato un adone, però, raggiungere le cifre tanto decantate dalle sue amiche sarebbe stato impossibile. L’economista informatico Claudio Centocelle spiega così il fenomeno: “Su OnlyFans si nota una netta disparità di genere fra uomini e donne. Pare del tutto evidente che la piattaforma sia riservata unicamente a clienti disperati bisognosi di sesso (anche solo virtuale) e interazione col mondo femminile. Nessuna donna è così disperata da doversi iscrivere ad un canale OnlyFans pornografico, per cui il progetto di Giordano sarebbe stato destinato a fallire comunque”.

“Agli uomini la figa piace più di quanto alle donne piaccia il cazzo”, è stato il laconico pensiero dell’ormai ex utente Biggus Dickus, che si è fatto perfino tatuare la frase sull’avambraccio. Come se non bastasse, l’ex cameriere aveva contattato alcuni hacker russi per comprare dei fans fittizzi, circa 1500. “Erano dei bot, non esistevano davvero. Servivano soltanto per invogliare anche altre ragazze a iscriversi. Non è servito a niente”. OnlyFans ci ha messo poco a scovare l’inganno (le iscrizioni non effettuavano pagamenti), e ha deciso di espellere Giordano e chiedergli 5000 euro per danno d’immagine.

“Vedremo come andrà a finire questa storia – si lamenta il ragazzo – certo è che il risarcimento da 5000 euro mi pare un’inculata”. Inculata che, suo malgrado, non potrà mostrare in diretta su un canale OnlyFans.

Andrea Bonechi