Cerca
Close this search box.

Sanità. Boom di richieste di ginecologi orsi

Be (AR) – Continua a far discutere il video virale pubblicato su Tik Tok e rivolto al pubblico femminile, che recita: “Se ti trovassi da sola in un bosco preferiresti incontrare un uomo o un orso?”. Dopo che, a grande maggioranza, i plantigradi si sono imposti sugli umani, diverse iniziative stanno dando seguito a questo risultato a sorpresa. Un altro quesito è stato sottoposto alla stessa platea: “Se dovessi scegliere un ginecologo preferiresti che fosse un uomo o un orso?”.

Ancora una volta ha stravinto la seconda opzione, portando a una conseguenza immediata: una delle storiche corporazioni mediche italiane, la FIGA (Federazione Italiana Ginecologi Associati) ha deciso di ammettere tra le sue fila anche gli orsi, ovviamente se passeranno i severi esami di ammissione.

L’iniziativa ha ricevuto il plauso immediato di un esponente del Governo: per questioni di assonanza infatti il Ministro delle Imprese e del Made in Italy Adolfo Urso ha lodato la FIGA, confidando che questa apertura porterà lustro al Belpaese in tutto il mondo. E si ha già una prima conferma: l’encomio ricevuto dalla presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen.

Un deciso apprezzamento è arrivato anche Alessandro Orsini, che ha puntualizzato: “Di fronte a un orso ginecologo l’unica soluzione è arrendersi immediatamente. E comunque se sbaglia qualcosa la colpa è della NATO che lo ha terrorizzato.”

Grande soddisfazione anche da parte dell’attore Orso Maria Guerrini (“È la prima bella notizia che ricevo da quando mi hanno sostituito come “baffo” della Birra Moretti”) e della conduttrice Barbara D’Urso (“Con l’intervista esclusiva al primo orso ginecologo spero che mi riassumano a Pomeriggio Cinque).

Tornando alle reazioni dell’esecutivo, c’è da sottolineare la posizione ondivaga della ministra per la famiglia Eugenia Roccella: sulle prime era apparsa favorevole (“Nessun orso mi ha mai contestato impedendomi di parlare”), poi però si è detta fortemente contraria quando i tecnici del suo dipartimento hanno rilevato che tra gli ursidi c’è una percentuale irrisoria di ginecologi obiettori e che nei giorni scorsi un orso ha ferito con una zampata un volontario pro-vita in un consultorio.

Andrea Michielotto

(Quest’articolo è stato scritto anche grazie al sostegno di Box)