mamma

Mamma italiana diventa Campionessa Mondiale di Lancio della Ciabatta

30 novembre 2018

TREVISO – Adelaide Fonseca si è laureata Campionessa Mondiale Assoluta di Lancio della Ciabatta trionfando nei Mondiali Casalinghi di Treviso. La donna ha dominato nelle specialità Zoccoli e Infradito, mentre è arrivata seconda nella specialità Pantofola, vinta dalla mamma australiana Tiffany Crocs.

Le gare hanno visto le atlete colpire alcuni adolescenti mentre questi scappano correndo sparpagliati in una palestra. Le sfidanti dovevano centrare più bersagli possibili in trenta secondi, acquistando punti in base alla zona del corpo che veniva lesa (testa e genitali 10 punti, busto e schiena 7 punti, telefonino 15 punti ecc…).

Adelaide, casalinga cinquantacinquenne di Reggio Calabria, si allena da oltre trent’anni su figli e nipoti, che spesso vengono traumatizzati da supersoniche ciabattate grazie alla mira quasi infallibile della neocampionessa,

“Sono abituata a lanciare ciabatte più pesanti. Io in casa porto gli zoccoli, quindi mi sento molto allenata in questa specialità. Ma possediamo anche diverse infradito, mi sento a mio agio anche con quelle. Purtroppo – prosegue Adelaide – non abbiamo mai usato pantofole, quindi con un materiale più leggero sono partita con un piccolo svantaggio”.

Sospette irregolarità aleggiano tuttavia sulla categoria “Pantofola”. La medaglia d’oro, l’australiana Tiffany Crocs, potrebbe essere infatti invischiata nello scandalo del “Doping della ciabatta”; secondo indiscrezioni, il giorno prima di scendere in campo, l’atleta avrebbe infatti guardato 87 puntate di fila di “Pomeriggio 5” (molto amato in Australia) e cucinato 12 parmigiane di melanzane cangurate, diventando potenzialmente una supercasalinga.

Nell’attesa che si faccia chiarezza, la Fonseca si gode il successo nelle altre due specialità, che le assicura il titolo assoluto. “Sono molto contenta – ha concluso – e vorrei dedicare la vittoria ai miei figli, ai miei nipoti e a tutti i bersagli che ho colpito nella mia vita di mamma e nonna. In particolare a Clara, la mia secondogenita, che sta per partorire la piccola Giuditta: non vedo l’ora di prenderla a ciabattate”.

Andrea Bonechi

 

Commenta