59714735_10217434556127609_7020578603175772160_o

Mafia diventa un movimento di ispirazione fascista per non essere più perseguita dalla legge

13 maggio 2019

Tritolo (PA) – Secondo fonti riservate Cosa Nostra, azienda numero 1 in Italia e nostro fiore all’occhiello in tutto il mondo, visto il momento storico, ha deciso di cambiare tipologia di impresa per non essere più perseguita, passando da associazione criminale di stampo mafioso a Movimento Fascista.

Reazioni di giubilo sono subito arrivate da parte della società civile e delle Istituzioni: “Un’idea geniale”, ha commentato subito Marcello Dell’Utri dal carcere di Rebibbia. “Ora i miei diari di Mussolini assumono tutto un altro significato”. Anche il Ministro degli Interni, a margine di una grigliata, ha commentato molto positivamente la notizia: “Finalmente potremo dedicare interamente le nostre forze a risolvere i veri problemi dell’Italia; piaghe come la carenza di sagre sugli arrosticini, le sdraio scomode al Papeete Beach e le trasmissioni di Fabio Fazio saranno definitivamente debellate“.

La notizia ha avuto subito un riscontro positivo anche in Borsa, dove le azioni legate alla cupola siciliana sono in netta ripresa. Nel frattempo il Viminale, in attesa dell’ufficializzazione della notizia, ha già avviato le pratiche per restituire alla “Mafia DVX del Terzo Millennio(è così che si chiamerà il Movimento n.d.r.) tutti gli immobili ingiustamente sequestrati negli anni passati. “Siamo molto felici”, hanno dichiarato alcuni affiliati a margine di una sparatoria nel cortile di un asilo per questioni di droga, “comunque ci teniamo a precisare che non serbiamo rancore e che le piscine delle nostre ville sotto sequestro resteranno sempre a disposizione del Ministro degli Interni, qualora volesse dare due bracciate a favore di telecamere per rinfrescarsi durante i suoi tour culinari in Trinacria”.

Positiva anche la reazione dei movimenti fascisti storici come CasaPound e Forza Nuova, che hanno già fatto sapere di essere disposti a collaborare sul territorio in sinergia con i mafiosi del terzo millennio, esattamente come già facevano prima. Insomma, anche se i detrattori pagati da Soros non si danno ancora per vinti, il cambiamento grazie al nuovo Governo c’è, si vede e risponde al motto eia eia lu-pa-rà!

Fabio Corigliano

Corigliano Fabio è un calabroemiliano nato nel 1974. Vive a Berlino, dove ha realizzato il suo sogno tedesco: lavorare come acchiappaclienti travestito da involtino primavera per un ristorante cinese ad Alexanderplatz.

Commenta