Led Zeppelin annunciano reunion: “Faremo un disco di cover dei Måneskin”

Foto Credits: Jim Summaria Måneskin

SAINT REMUS (UK) – Una notizia bomba sta scuotendo il mondo del rock: i Led Zeppelin hanno annunciato una inattesa reunion, che sarà celebrata con l’incisione di un disco di cover dei Måneskin.

Robert Plant, Jimmy Page e John Paul Jones hanno deciso di tornare a suonare insieme dopo aver assistito alle esibizioni sanremesi di Damiano e compagni. Lo stesso Plant lo ha spiegato a Rolling Stone: “Stavamo aspettando l’esibizione di Orietta Berti – la seguiamo con affetto da quando abbiamo aperto un suo concerto nel ’69 – ma siamo rimasti letteralmente folgorati da questi 4 ragazzi che suonavano come avremmo sempre voluto fare noi. Abbiamo capito che avevamo l’occasione d’oro di lasciare ancora un segno nella storia del rock cantando le loro canzoni.”

Tutti i componenti della band inglese erano elettrizzati, ma anche intimoriti da questa impresa. Jimmy Page: “Non so se sono in grado di eseguire i riff virtuosistici di Thomas Raggi. Proverò a studiare una serie di accordi semplificati.” John Paul Jones: “Sono onorato di apprendere le linee di basso di Victoria De Angelis. È un grande privilegio per me poter imparare da una rockeuse: dopo tanti anni ho capito che il vero problema del rock è il patriarcato.” Alla batteria, al posto del povero John Bonham, è stato chiamato Lars Ulrich dei Metallica: “Misurarmi con le percussioni di Ethan Torchio mi darà l’occasione di farmi finalmente rispettare nel mondo del rock e di mettere a tacere tutti quelli che mi prendono per il culo”.

Robert Plant: “Per cantare i loro pezzi sto imparando l’italiano. Ho capito che l’inglese non è la lingua giusta per il rock. Io mi sono sempre impegnato al massimo, ma mi sono usciti solo testi banali come questo: There’s a lady who’s sure / All that glitters is gold / And she’s buying a stairway to heaven. Non sarò mai in grado di raggiungere queste vette: Quindi Marlena torna a casa che il freddo qua si fa sentire / Quindi Marlena torna a casa che non voglio più aspettare. E poi finalmente sarò in grado di leggere le recensioni musicali di Andrea Scanzi!”

Il nuovo disco si chiamerà Led Zeppelin IVI, con un suggestivo espediente grafico che richiama il leggendario Led Zeppelin IV, di cui rappresenta l’ideale prosecuzione, e la M di Måneskin. L’inizio delle registrazioni, previsto per questi giorni, sta slittando a causa di un imprevisto: Robert Plant, per calarsi meglio nella parte, si è fatto spedire a casa il palo da pole dance di Damiano, ma al primo tentativo di Basic Hook si è procurato una lombosciatalgia acuta, giudicata guaribile in IV settimane.

Andrea Michielotto