Ansia da covid, morto l’uomo che tratteneva uno starnuto da marzo

Foto Credits: Edward Jenner

Etchwu (Germania) – Si è spento dopo mesi di agonia Georg Christoph Lichtenberg, la cui testa è esplosa ieri sera attorno alle 21 nel tentativo di continuare a reprimere lo starnuto che tratteneva da marzo. Secondo i parenti più stretti il 57enne tedesco si rifiutava di espellere i tanti temuti droplets sin da quando il coronavirus era giunto in Germania , sia per un profondo senso di vergogna, sia per il timore d’essere additato come untore.

Lichtenberg, scrittore tedesco noto per numerosi saggi riguardanti l’evoluzione dei POV nei video porno dagli anni ’70 ad oggi, aveva deciso di non starnutire né in pubblico, né in privato, nonostante indossasse 24 ore su 24 nove strati di mascherine chirurgiche. Questa decisione aveva portato Georg a smettere di parlare, limitandosi a stare col capo sollevato e la bocca mezza aperta, ansimando come si fa quando appunto sta per arrivare uno starnuto. L’agonia e l’ansia legate al Covid-19 sono terminate ieri sera, quando la moglie, intenta ad usare il battipanni sui cuscini del divano, ha liberato una piuma che è andata a solleticare il naso del malcapitato proprio nel momento in cui stava cambiando le mascherine.

Disperato, nel tentativo di evitare la violenta emissione d’aria, l’uomo ha serrato narici e bocca, con i risultati che la polizia scientifica ha potuto constatare successivamente. Il violento rinculo ha fatto esplodere il cranio in modo grottesco, rendendo vane le pulizie che la moglie stava effettuando.

A causa di tale evento l’OMS ha prontamente precisato che trattenere lo starnuto per così tanto tempo o giudicare male chi starnutisce in pubblico potrebbe acuire inutilmente l’ansia da Covid-19 e risultare, come in questo caso, assai più deleterio.

Andrea Bonechi