foto: AlexScarcella/flickr

foto: AlexScarcella/flickr

PROSTITUZIONE, PARLA UNA MADRE: “GIGI? MAI ESISTITO, ‘LA CREMERIA’ ERA UNA COPERTURA”

23 settembre 2013

Giuvenche Assatanate (To) – Per anni ci hanno fatto credere all’esistenza di Luigi Pugilista, detto Gigi, e della sua eterna passione per un gelato che portava qualunque suo amico, vicino, compare, conoscente, prete o anche semplice prestanome, ad intrufolarsi nella sua abitazione per degustarlo in compagnia. Senza, per altro, mai riuscire a trovare il succitato Gigi, sempre indaffarato in chissà quali impegni da costringerlo notte e giorno, 24 ore su 24, fuori casa. In questa circostanza, la madre, tale Elisabetta Gregorotti, accettava nella sua dimora gli amici del “figlio” per offrire loro il “gelato”, se così possiamo definirlo.
A distanza di anni la signora Elisabetta si confessa: “E’ vero: Gigi non esiste. “La Cremeria” era solo una frase in codice per i miei appuntamenti in casa. Sono una lavoratrice ad ore. In altri tempi mi avreste chiamata “meretrice”, ma oggi mi piace il più autorevole “escort” o “igienista dentale”. Non mi pento di nulla, solo di aver mitizzato l’immagine di mio “figlio” a livelli così estremi che ora mi sembra sia una persona vera. E mi manca.”
Parla Gennaro Cacciapuoti, il brigadiere che ha condotto l’indagine: “E’ una cosa carina assai, io ce lo dicevo allo compare mio che nun poteva essere che la signora avesse ‘na casa piena di gelati e lu figlio nun se li mangiava mai. Allora simmo iuti con la frase in codice e abbiamo scoperto che era una bagasc…scusate, sono ancora rimasto a li vecchi tempi, un’igienista dentale! Abbiamo constatato l’effetto dei suoi servizi ben tre volte ciascuno prima di essere veramente sicuri che lo fosse, per poi arrestarla. Ma siamo certi che lu tribunale la lascerà uscire per il grosso aiuto dato alla comunità e pure allu giudice, che è un gran ghiottolone di “gelato”!”. Una storia che si concluderà presumibilmente con un lieto fine.

Nasce, cresce, corre! Il giorno 30/12 dell'86 decide di rovinare le vacanze a sua madre venendo al mondo. Da quel giorno in poi è tutto in discesa. Gli piace vendere giornali, scriverci sopra, sentire santificare i vecchietti perchè gli vende poi giornali scarabocchiati. Santificare la domenica al Dio Campionato, il sabato al Dio Fantacalcio, il lunedì alle bestemme per l'uno e per l'altro. Adora passeggiare sui luoghi dei disastri aerei prima che accadano. Scrive per Lercio perché vede la gente morta.

Commenta