strade_fb

“Pochi eroi contemporanei”. Comune intitola le strade a pagine Facebook

3 ottobre 2017

Zuckembergo (FB) – Un paese che non ha bisogno di eroi, ma che si accontenta dei like, ecco cos’è accaduto al novello comune di Zuckembergo, conosciuto un tempo come Porto San Giorgio Apostolo Inferiore a Cremano sul Naviglio di Vergate a Positano. Il sindaco, One Maschio, spiega “Diciamoci la verità: non c’è rimasto nessuno da omaggiare, a meno che non vogliamo intitolare strade a Mengacci per essere riuscito a vendere quelle cazzo di docce verticali ai vecchi reumatici o a Valentina Nappi per averci fatto capire che le eccellenze italiane, almeno nel porno, non hanno nulla da invidiare agli hentai giapponesi”.

A bordo del battello che unisce il porto turistico alla discarica a cielo aperto, il sindaco Maschio ha brevemente illustrato i suoi ragguardevoli traguardi: “Ho avuto un’idea turisticamente geniale, me ne rendo conto, come tutte le altre prese dall’amministrazione dai tempi del divieto di balneazione per le donne brutte e gli uomini troppo pelosi. Dedicheremo il nuovo quartiere alle più importanti pagine Facebook italiane, in modo da omaggiare gli idoli di questa generazione e magari convincere i ragazzi di tutta Italia a staccarsi un attimo dal telefonino e venire a visitare il nostro Comune che da oggi in poi si chiamerà Zuckembergo. Perché, diciamocelo, il vecchio nome ci faceva consumare un casino di soldi in cartelli stradali. Invece ‘Zuckembergo’ è semplice, alla moda, easy, fashion, cool, trendy e ci aggiungerei anche quegli hashtag che mettono i giovani su instagram per rimorchiare le milf” precisa Maschio infilando il dito della mano destra in un buco creato apposta con la sinistra.

Le idee sono parecchie”, gli fa eco l’assessore alla cura dei Fashion Blogger Maschio α: “abbiamo già alcune destinazioni sicure che vi andiamo ad elencare.

Via Casa Surace ospiterà tutti gli appartamenti degli emigranti terroni. Già sono previste sponzature di boccacci in piazza almeno una volta a settimana e una convention su quale ballo merita di diventare quello ufficiale dei residenti: pizzica o tarantella?

Via Feudalesimo e Libertà è il nostro vanto più grande. I residenti favellano tutti in lingue antiche e si dedicano una volta a settimana alla pugna con le vie circostanti per la gioia dei turisti che possono vestirsi con gli abiti d’epoca e bastonare gente a caso per il puro sfizio. Inutile dire che il tutto viene accompagnato da una miriade di litri di cervogia fresca e malattie veneree ritenute debellate.

Largo Commenti Memorabili è la piazza di spaccio. Da oggi in poi chi vorrà una dose dai pusher locali dovrà dire la parola d’ordine “ashtagcommentimemorabili”, diversa dal solito “Che c’hai la roba?” che ha fatto il suo tempo ed è poco fine.

Via Acido Lattico (link) è la strada in cui sono concentrate le palestre e gli autori comici sconosciuti al mondo online. Loro continuano a dire agli amici di essere bravi e famosi, ma nessuno gli crede. E poi aleggia la presenza di un certo D. L., vecchio istruttore ormai in pensione.

Nella foto la targa dedicata ad Acido Lattico inaugurata alla presenza di una sagoma di Daniele Luttazzi

Nella foto la targa dedicata ad Acido Lattico inaugurata alla presenza di una sagoma di Daniele Luttazzi

Viale Boldi Nudo (link) è dedicato al grande attore che ha dedicato anima e corpo per la settima arte (soprattutto in memoria del suo tragico addio alle scene).

Di par suo invece, la “Via La Stessa Foto di Toto Cutugno ogni giorno” è pregna di immagini tutte uguali del famoso cantante italiano degli anni 80 e 90. Ha provocato un’impennata delle richieste degli appartamenti da parte di russi, ucraini, ceceni e qualsiasi abitante dell’est innamorato del nostro miglior cantante degli ultimi centocinquanta anni. Sia santificato ovunque lui sia.”

E per il resto? Il sindaco Maschio non si lascia scappare i prossimi sviluppi per strade future: “’Corso The Jackal, ‘Piazza Fabio Fazio si incula da solo con un sofisticato sistema di specchi e leve’, ‘Viale Albanesi che sembrano Albanesi però forse sono Rumeni’, ‘Piazzale Italian Comicdom in a Memeshell”’e la più importante di tutti ‘Corso Comporre cazzi con gli avanzi di cibo‘ (link), sono sicuro ci porteranno così tanta gente che dovremo costruire nuove strade, nuovi palazzi e nuove case. Magari un giorno dedicheremo un altro quartiere agli youtubers, anche se il loro pubblico è più basso di età e sarà difficile riuscire ad affittare appartamenti a dei quattordicenni. Al massimo gli dedicheremo un collegio. Già mi immagino la targa:Collegio Paritario Guglielmo Scilla”, “Distaccamento Ugualmente Paritario Favij”, non oso pensare a quanti soldi potremmo fare. Viva internet, viva Zuckembergo”, urla entusiasta il sindaco scatenando un fragoroso applauso.

Davide Paolino & Andrea H. Sesta

Lo sporco che fa notizia

Commenta