Attenzione!

Il nostro server è entrato in casa d'altri di notte ed è stato ucciso

Se non volete restare a corto di lercio comprate il libro

(immagine: Il Democritico)

(immagine: Il Democritico)

Novità Rai: dopo “Il commissario Montalbano” e “Il giovane Montalbano”, arriva “Il bimbo Montalbano”

9 dicembre 2015

Cavallo di Viale Mazzini (Rai) – I vertici di Rai Uno hanno annunciato per la prossima stagione una nuova serie in grado di realizzare ascolti da record: “Il bimbo Montalbano”.

La rete si poneva l’ambizioso obiettivo di ideare un personaggio in grado di replicare il successo de “Il commissario Montalbano”, poi bissato da “Il giovane Montalbano”. Per questo è stata istituita una task force di sceneggiatori, registi e soggettisti che, dopo aver lavorato giorno e notte in febbrili riunioni fiume, ha finalmente partorito un nome che ha messo tutti d’accordo: Montalbano!

Visto che le imprese del Commissario da adulto e da giovane sono già state ampiamente narrate nelle 847 stagioni delle altre serie, si è deciso di mostrare un periodo poco noto della vita del celebre poliziotto: la prima infanzia. Montalbano frequenterà la classe quarta della scuola elementare Balduccio Sinagra di Vigata. Saranno suoi compagni di banco Agatino Catarella, bocciato l’anno precedente, e Domenico Augello (detto Mimí). Farà parte del gruppo anche un bambino di prima, il piccolo Giuseppe Fazio.

Il maestro Camilleri sta già lavorando ai primi 3 episodi: “La gita scolastica a Tindari”, “L’odore della pipì addosso nella notte” e “Il compasso insanguinato”; per trarre ispirazione si è recato personalmente in una quarta elementare, ma dopo pochi minuti è stato evacuato dai Vigili del Fuoco, allarmati dalle colonne di fumo che fuoriuscivano dall’istituto. Nelle nuove puntate assisteremo a molte imprese del bambino Salvo: imparerà a nuotare, investigherà sui furti di merendine nella scuola (scoprendo che il ladro è François, un compagno di classe tunisino di Fazio), si innamorerà di Livia, una bambina bionda stabilitasi temporaneamente a Vigata e proveniente da una scuola ligure, guiderà – invece che una Fiat Tipo scassata – una vecchia bicicletta Graziella con un solo pedale e il manubrio storto, custodirà nello zainetto per la merenda mattutina teglie di melanzane alla parmigiana, sarde a beccafico e arancini grandi come palloni da calcio  preparati da dalla governante di casa, Adelina.

Nel frattempo si sta anche procedendo alla scelta degli attori. Per interpretare le maestre sono in lizza Belen Rodriguez, Aida Yespica e Melissa Satta, la bidella sarà Nina Moric e la preside Elisabetta Canalis (“Vogliamo mostrare il personale scolastico con la massima verosimiglianza” hanno spiegato gli sceneggiatori). Quasi tutti i bambini della Sicilia stanno partecipando alle selezioni, con la speranza di diventare gli unici membri della famiglia con un lavoro. Assoluto riserbo della produzione sull’identità dell’attore che darà il volto al piccolo Salvo, ma pare che non si tratti di Beppe Fiorello, in quanto è già impegnato a interpretare Beppe Fiorello in una fiction su Beppe Fiorello.

La serie è già stata venduta in 2700 paesi e Rai Uno ha pensato bene di mettere subito in cantiere anche “Il neonato Montalbano” (ambientato in una nursery), “Il giovanissimo Montalbano” (ambientato in un asilo), “Il vecchio Montalbano” (ambientato in un ospizio), Montalbano zombi” (ambientato nel cimitero di Montelusa)  e “Montalbano viaggia nel tempo” (ambientato ovunque).

Andrea Michielotto & Giovanni Franchini

Tags
,

Andrea Michielotto nasce per partenogenesi da un altro organismo pluricellulare chiamato Andrea Michielsette. È considerato uno dei maggiori narratori viventi in uzbeko, anche se crede di scrivere in italiano. Attualmente lavora come ghost writer di Domenico Scilipoti.

Commenta