PandaCandyCrush

Si distrae un attimo per guidare e fallisce il suo record a Candy Crush

3 luglio 2016

Caramel (LE) – “Sino a quando le automobili senza guidatore non saranno alla portata di tutti, ogni giorno, dobbiamo rischiare di perdere le nostre partite a Candy Crush perché distratti dalla guida”. A dirlo è il signor Guido Sterzilli, e lo dice con tutta l’indignazione di chi ha appena visto sfumare un record mondiale al suo gioco preferito.

L’incidente è avvenuto ieri sera, verso le 18:00, quando un ciclista ha attirato l’attenzione di Sterzilli, che se ne stava comodo e tranquillo nell’abitacolo della sua Fiat Panda, con una velocità da crociera di 60 km/h. L’automobilista, che tutte le sere percorre quel breve tratto di strada, e quindi non aveva nessun valido motivo per alzare gli occhi da quell’emozionante partita a Candy Crash, è stato distratto da qualcosa di colorato quanto le palline del gioco. La sorte gli ha infatti riservato uno scherzo bizzarro: il ciclista gli è passato davanti indossava una maglia viola, guarda caso dello stesso identico colore del grappolo che avrebbe regalato a Sterzilli il record a Candy Crush.

Ed è qui che avviene la tragedia: all’improvviso Sterzilli, confuso dalla realtà, mette istintivamente le mani sul volante e, sterzando verso quel grappolo viola in bicicletta, lo centra in pieno. Pochi attimi e Sterzilli si rende conto della disgrazia appena avvenuta: il record a Candy Crash è perduto.

Nessuno potrà riportare in vita quella gloriosa partita ma, come milioni di automobilisti si augurano, forse quel ciclista vestito da grappolo viola non uscirà mai più dal coma.

Sergio Marinelli

Nel 1976 riesce ad entrare in Italia nascondendosi nell'ovulo di una donna. Nasconde le sue origini africane grazie al suo albinismo. Onanista convinto, decide di fondare una banca del seme tutta sua. Ma nel 2003 arriva il crac per colpa del famoso blackout. Porta avanti altri progetti fallimentari, ma il suo sogno più grande resta sempre quello di spostare la Sardegna.

Commenta