Misantropo nega di essere stato vaccinato per continuare a evitare i parenti

Foto Credit: Jaroslav A. Polák

Lasmestè (CN) – “Boja fauss! Non so più che scuse inventare. L’altro giorno ho detto alle mie nuore che non mi hanno vaccinato perché alla ragazza che aveva il turno prima del mio hanno inoculato tutte le 500 dosi disponibili e io ero rimasto senza!

Non esita a manifestare la propria preoccupazione il signor Alceste Pautasso, pensionato e misantropo a tempo pieno che da settimane è impegnato a elaborare le più astruse spiegazioni per giustificare alla sua famiglia il fatto che ancora non sia stato vaccinato, soprattutto perché Alceste stesso è stato uno dei primi a essere sottoposto a entrambe le dosi ma vuole assolutamente evitare che i suoi parenti ne vengano a conoscenza: “Voi non immaginate la gioia che mi aveva procurato il lockdown del 2020 e tutte le regole che comportava: distanziamento, evitare i contatti, niente baci, abbracci e strette di mano. Stavo così bene da solo. Per un piemontese era praticamente il paradiso!

Pautasso ha trascorso diversi mesi sui social per sponsorizzare le teorie dei No Vax sempre allo scopo di evitare riavvicinamenti con i propri congiunti: “Io son mica No Vax, quelli a sun mac una banda ‘d piciu (sono solo un manipolo di diversamente intelligenti, NdR) però mi andava bene tutto pur di boicottare la campagna vaccinale così da poter rimanere con motivazioni plausibili isolato da figli che mi chiedono soldi o nipotine che vogliono starmi in braccio mentre guardano Masha e orso sul mio televisore quando io voglio vedere i numeri del Lotto al Televideo!

Così, se in altre parti d’Italia, che non citiamo ma che ospitano il corso del fiume Sebeto, ci si attende che persone senza nemmeno la prima dose pur di riabbracciare parenti e affini dichiarino di essere già state sottoposte a vaccinazione con tanto di certificato firmato da Zangrillo o la Gismondo, Pautasso, che non cerca nemmeno di passare da falso cortese, continua a lavorare su nuove giustificazioni che gli consentano di convincere la sua famiglia su quanto risulti ogni volta impossibile ottenere l’agognato Pfizer: “Domani dirò che non sono riuscito a vaccinarmi perché all’hotspot pensavano che il responsabile fosse ancora Arcuri e quindi non hanno manco aperto il centro perché tanto sapevano che non arriva nemmeno una dose, dopodomani, invece, dirò che non mi hanno vaccinato perché non ci credevano che avessi già compiuto 40 anni”.
Ma, scusi, lei quanti anni ha?
Ne ho appena fatti cento, e c’è un motivo se ci sono arrivato. Comunque non ditelo alle mie nuore sennò vogliono venire a festeggiarmi. E ora fuori dalle balle che ho da guardare la fiction su Rai Premium con quella bella figliuola di Vanessa Incontrada!

Augusto Rasori