47574213_262090737797565_1015596659825967104_n

Dio posticipa l’Apocalisse a dopo l’uscita del prossimo album dei Tool

7 dicembre 2018

Paradiso 2 (Eden) – Stavolta sembrava tutto pronto, parevano non esserci più ostacoli, tutti i segnali erano stati ormai interpretati e re-interpretati talmente tante volte che qualcuno doveva averci preso per forza, eppure la famiglia poco tradizionale di Dio ha stupito ancora rimandando per l’ennesima volta l’appuntamento più atteso per millenni da miliardi di cristiani ed anche il suo progetto più creativo e ambizioso: l’Apocalisse.

Mentre qualche fedele aveva interpretato il messaggio di Papa Francesco, apparentemente contro l’aborto, “È come affittare un sicario per risolvere il problema“, come chiaro riferimento alla delusione di Bergoglio per la mancata uscita del nuovo album dei Tool (dopo che l’anno prima avevano dichiarato che era tutto pronto per poi scoprire a settembre che erano pronte appena le linee vocali), in troppi fedeli avevano però sottovalutato quell’hashtag #Maynardgioia  twittato da Gesù sul suo profilo e che da troppi purtroppo è ancora considerato un fake.

Non vorrei che un evento così atteso possa passare in secondo piano in concomitanza con l’uscita del nuovo album dei Tool” ha dichiarato Dio durante una breve intervista concessaci nel suo trilocale soppalcato con ingresso indipendente, in via Solferino 4, a Gubbio, dove si è trasferito con la sua famiglia atipica da un po’ di anni per soffocare sul nascere una cellula religiosa deviata devota a Don Matteo. Ecco il resto dell’intervista

Lercio: “Buonasera Signori Dio

Dio: “Tranquillo, diamoci del Salvatore

L. “Allora come mai questa decisione?

D. “Sia chiaro, se fosse per me l’Apocalisse l’avrei fatta già dopo Rust in Peace dei Megadeth, avrei dovuto fermare la musica lì, col senno di poi tanto sarebbe stata la stessa cosa, poi Gesù all’epoca non se la sentiva, aveva passato un periodaccio, la tipa lo aveva mollato dopo essere diventata vegana e se la prendeva con me perché avevo fatto gli animali così buoni, era meglio stargli alla larga. Le uniche cose degne dall’album di Mustaine e soci le ho ascoltate giusto dai Tool, ora ho aspettato così tanto che mi sono incuriosito, cioè almeno un singolo con una traccia muta di 14 minuti con una nota sola avrebbe fatto contenti milioni di fans e ci avrebbe fatto urlare “Geni!!!”, spero che non mi facciano incazzare sennò li mando a fanculo con la sequenza di Fibonacci per la Madonna

Madonna: “Eh?”

D. “Niente, niente!

M. “Quando te la smetterai di nominarmi invano? Oh Gesù!

Gesù: “Eh?

M.  “Niente, niente!”

L. “Tornando al discorso, allora c’è anche vostro figlio?

D. “No, No, è Gesualdo, suo cugino campano (con forte imbarazzo)

L. “Ok, dubbi sulla data. Ha già deciso come avverrà l’Apocalisse?

D. “Sinceramente neanche questo ho deciso, dipende dal periodo e dagli impegni, se capitasse un giorno afoso d’estate probabilmente non vi laverei col fuoco o col nucleare, ecco! avevo anche in mente anche di ravvivare la serie intitolata la Terra 2, senti la trama: mando un altro diluvio universale così si salvano solo Phelps e la Pellegrini, già più convincenti di Adamo ed Eva e senza quei fisici da emo e poi avevo pensato anche di far salvare una milf super rifatta grazie alle sue protesi galleggianti, in modo di mettere pepe alla storia e anche per scongiurare quell’esistenza incestuosa che ha fatto perdere credibilità alla prima serie

L. “Dobbiamo ammettere che la trama è più convincente, poi il nubifragio è certamente meglio della storia della costola, ma poi non diventerà ripetitivo nel giorno del diluvio universale con protagonista Mosè?

D. “Si, infatti la baracca con gli animali non ci sarà più, un po’ perché avevo promesso a mio figlio (quando stava con la vegana) che se mai avessi deciso di resettare, avrei rifatto tutti gli animali galleggianti o con le branchie e un po’ perché devo ammettere che Mosè è stato uno dei personaggi meno azzeccati e meno credibili e la storia piena di falle, non rifarò gli stessi errori di Lost

L. “Quindi è molto probabile che avverrà d’estate, giusto?

D.  “Sì, diciamo che mi stimola di più lavorare d’estate, comunque non prima di metà giugno 2019 perché il 13 sarò a Visarno a vedere i Tool dal vivo, ho preso già il biglietto, anche se non sono riuscito a prendere il primo settore, quindi sicuramente non avverrà prima dell’uscita del loro ultimo album

L. “Ma lei ha bisogno di comprare il biglietto?

D. “Bhe io no, ma facciamo una macchinata, siamo io, Cruciani, Paola Taverna e Johnny er samaritano, un amico metallaro di Perugia con la ragazza

L. ” Ah un’ultima cosa, c’è Gesù di là, vero?

D. “Si, ok, ma non lo dire a nessuno che già ci credono in troppi, poi arriva quello che dice io lo sapevo, lo avevo previsto ecc… poi lo trovano, lui non sa resistere e fa un paio di miracoli dimostrativi, poi la gente la ingrossa e chi volete Gesù o Barabba e si finisce con la vivisezione…

L.”La vivisezione? Ma non era la crocifissione?

D. “Ah, è solo un piccolo spoiler su La Terra 2, ho cambiato anche questo

L.”Ma se è qui e non è l’Apocalisse, allora potrebbe farcelo intervistare? Sarebbe lo scoop del secolo!

D. “E’ di sopra, si è visto tutte le serie di Genitori in Blue Jeans e ora vive come Kirk Cameron nel garage, lasciamo stare, quest’anno mi ha chiesto pure di separare i regali di Natale e del compleanno

L. “Peccato, sarà per la prossima, ci vediamo il 13 giugno, non faccia scherzi!

D. “Neanche voi, non mi distruggete il mondo prima di quella data, mi raccomando

L. “Mi scusi, una curiosità, ma come fa di nome?

D. “Gianni

L. “Ok grazie ancora, arrivederci!”

D. “Per forza!

 

Vittorio Lattanzi

Inquina il pianeta sin dal 1977, marchigiano doc, è noto alle cronache per la famosa frase "Ahi, no coi denti!" sussurrata a Lady Gaga durante un pompino. Riproducendosi ha reso carta straccia 20anni di lavoro di Darwin, ora è padre di una bambina che ha deciso di chiamare come la nonna materna, Nonna. Attualmente vive.

Commenta