classroom-70316_640

VUOLE FARE LEZIONE IN CLASSE, INSEGNANTE DI GINNASTICA IN PROGNOSI RISERVATA

22 novembre 2013

Smacerata – Esercizi lattacidi, aerobica ed anaerobica, gran dorsale. Sono termini che non avete quasi mai usato in vita vostra, giusto? Anche i ragazzi della Scuola Media Pierluigi Pardo hanno trovato queste parole strane e quasi offensive. A pronunciarle verso di loro è stato il prof. Franco Sinarra (52 anni), che ieri mattina si è svegliato male, decidendo per la prima volta in vita sua di fare lezione come un professore vero.

Una volta seduto dietro la cattedra ha iniziato a sfogliare il libro di ginnastica, iniziando a leggere dal primo capitolo. I ragazzi, sbalorditi dal fatto che esistesse un libro di ginnastica, hanno posato i borsoni con le tute da calcetto a terra, capendo definitivamente che il folle faceva sul serio. Dopo circa mezz’ora di strani vaneggiamenti, gli alunni hanno iniziato a leggere la Gazzetta, cercando di piazzare gli ultimi colpi del Fantacalcio (operazione solitamente effettuata durante l’ora di religione).

Noncurante, il professore è andato avanti con la “spiegazione” di qualcosa, fino a che persino le ragazze, cestinati gli ormai inutili certificati medici di non idoneità, hanno iniziato a gridare di smetterla. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la spiegazione del bagher. Un pallone da calcetto è partito dalle ultime file centrando il povero Franco in pieno volto, al grido di “Pigliala di bagher!”. Tramortito, l’uomo è rovinato al suolo col volto completamente insanguinato. Trasportato d’urgenza all’ospedale, il povero professore è ancora in prognosi riservata. I medici sono timidamente ottimisti sul recupero di Franco, meno sul miglioramento della risposta in ricezione.

Commenta