settimana_enigmistica_9533

“Vanno aboliti: i cruciverba ricordano le Crociate”: Imam dichiara guerra alla Settimana Enigmistica

13 giugno 2014

Bartezzago (SE) – Sembrerebbe un innocuo passatempo sano ed economico, eppure l’enigmistica sta mettendo a rischio la pacifica convivenza nel piccolo centro di Bartezzago. Protagonista della vicenda l’Imam locale Alì Choux, che da tempo denuncia come abitudini ormai radicate fra gli abitanti del luogo risultino offensive per la comunità di immigrati di fede islamica.

La scorsa settimana Alì Choux si è recato presso l’edicola locale e ha rastrellato tutte le quattro copie disponibili dell Settimana Enigmistica, per poi bruciarle sotto gli occhi degli esterrefatti passanti, incurante della disperazione dell’edicolante che già prefigurava l’ira dei suoi pensionati, privati degli adorati enigmi. Ai vigili intervenuti, Choux ha spiegato che le parole crociate offendono i sentimenti della sua comunità, che non ha dimenticato l’altissimo tributo di sangue che durante le varie Crociate hanno pagato le popolazioni musulmane.

L’Imam ha poi evidenziato il carattere peccaminoso della rappresentazione di figure umane nei rebus e di un corvo parlante chiaramente frutto di stregoneria, scagliando infine un anatema contro i fuseaux della Susi e le minigonne delle sue amiche. Le posizioni di Alì Choux, che chiede il bando permanente da Bartezzago dell’enigmistica e di tutto ciò che alluda anche solo vagamente a croci e crociate, potrebbero incrinare i finora ottimi rapporti con la Chiesa cattolica, anche se il parroco Don Giacomo Tenero concorda con l’Imam sull’opportunità di ridurre la bestemmia eliminando il calcolo enigmatico.

Finora, l’atteggiamento conciliante della popolazione e delle autorità aveva evitato tensioni eccessive: la mensa scolastica aveva dapprima introdotto piatti rispettosi delle prescrizioni coraniche, per poi eliminare quelli considerati impuri e infine chiudere del tutto grazie ai buchi di bilancio; era stata realizzata una rigorosa segregazione sessuale su tutto il territorio comunale, l’annuale Sagra del Maiale Ubriaco era stata sostituita dal Festival dell’Agnello Halal e, con una saggia decisione di compromesso, era stato imposto il velo alle donne più bruttine. Insomma, a Bartezzago hanno fatto di tutto per accontentare l’esigente Imam, e certo non pensavano che un innocente svago come un cruciverba potesse scatenare una polemica del genere.

 

Rosaria Greco

Nasce nel 1966 a Bologna. Subito deportata al Sud, acquisisce un accento che le garantisce l'odio leghista nonostante l'aspetto nordico. Attualmente infesta un paese irpino, accuratamente scelto in base a calcoli sbagliati. Finiti i soldi dei telequiz, ha dovuto cercarsi un lavoro vero: la laurea in legge l'ha costretta a diventare avvocato, causandole nausea perenne. Sposata con un riparatore di cucù, gli rovina la reputazione con i suoi continui ritardi.

Commenta