eco

Umberto Eco shock: “Ho sbirciato il Grande Fratello e ora non riesco più a smettere!”

7 ottobre 2015

Professor Eco, il filosofo Jaakko Hintikka ha contribuito, nel secolo scorso, al dibattito sulla teoria dei mondi possibili, le chiedo è possibile un mondo senza il Grande Fratello?

Jaakko Hintikka è stato solo uno degli ultimi ad interessarsi all’argomento da lei citato e si è rivelato per me fonte d’ispirazione svariate volte, ma sull’esistenza di un mondo senza Grande Fratello da lui ho dissentito. E non sto parlando del classico rimando letterario ad Orwell.

Si spieghi meglio…

La Storia tende a riavvolgersi su se stessa, proprio come la pellicola sulla “pizza” in un non più tanto innovativo proiettore cinematografico automatico analogico. Allo stesso modo la nostra cultura, ciclicamente inciampa. Solo che questi cicli non sono così ben definiti come quelli storici, essi sono intrecciati nello stesso presente: una sorta di universi paralleli (per tornare a Hintikka o Kripke) intercambiabili. Il basso e l’alto si inseguono continuamente per proiettare sul grande schermo bianco ciò che l’umanità è in quel preciso istante.

E il Grande Fratello?

Alessia Marcuzzi con il suo show televisivo è lì nel mezzo. Se non avessi lei non capirei Salgari o Parmenide. Non riuscirei ad ammazzare il Minotauro di Cnosso ed uscire dal labirinto, per questo devo vederlo almeno una volta al giorno.

Quindi siamo di nuovo dinnanzi alla scissione tra apocalittici ed integrati?

Esattamente. Gli uni criticano costantemente il Grande Fratello a prescindere, gli altri ne sono dentro fino al collo e ci sguazzano indifferenti. Ma la verità non sempre sta nel mezzo come si diceva nell’Etica Nicomachea di Aristotele, a volte essa è dentro Alessia Marcuzzi. Nel suo intestino pigro. Fare a meno del Grande Fratello è come leggere Vonnegut senza le Guerre Mondiali. L’italiano è questo, la Cultura italica non è Pirandello e Dante e Boccaccio, come gli escherichia coli non sono quello che mangiamo. Il bifidus, quello sì che fa la differenza. Ora scusate ma stavo seguendo la discussione tra la coppia di trans per vedere se si danno del lei!

Fabio Bellacicco

Essere vivente a tempo perso, crede nell'esistenza del Sistema Solare fino a Saturno per questo non capisce gli oroscopi. Ha scritto la seconda legge di Newton svariate volte. Adora fingere di mangiarsi le unghie per sembrare agitato ai controlli aeroportuali.

Commenta