Attenzione!

Il sito è sotto bombardamento da parte di Trump

Se non volete restare a corto di lercio comprate il libro

rsz_pyramid-of-khafre

TROUPE VOYAGER SCOPRE PIRAMIDE ROVESCIATA

17 gennaio 2013

GIZA – Una sensazionale scoperta ha visto protagonisti Roberto Giacobbo e la sua troupe, in Egitto per le riprese di uno speciale di Voyager dal titolo: “Il Dio Coccodrillo, si nutriva di uomini?”. Il vice direttore di Rai 2 stava blaterando su Cheope davanti alla telecamera, quando il suo sguardo è stato attirato da una grossa pietra dalla forma vagamente circolare. Precipitandosi a portare il primo saluto terrestre al visitatore alieno, Giacobbo è inciampato, rovinando sull’operatore. Raccolta la telecamera e tornati in sala montaggio, si sono accorti delle straordinarie riprese: le immagini registrate immortalavano una piramide rovesciata con il vertice saldamente in equilibrio sulla solida aria, invisibile a occhio nudo per chissà quale mistero.

“Si tratta della più importante scoperta archeologia dopo i resti della centrale nucleare babilonese”, afferma raggiante Giacobbo, mostrando altre foto al contrario. Poi aggiunge: “Ci vorranno anni per risolvere tutti gli enigmi celati in questa meraviglia. A quanti milioni di anni risale? Gli alieni che la costruirono avevano 6 o 8 braccia? E soprattutto, perché quel cammello vola a testa in giù?”.

Gianni Zoccheddu

Gianni Zoccheddu nasce in Sardegna nella calda estate del '76, unico sopravissuto di 4.576.458 fratelli, tutti morti durante la fecondazione. Fino ai 18 anni è convinto di essere Gesù poi, fallito il tentativo di moltiplicare pani e pesci facendoli accoppiare tra loro, smette di credere in se stesso e diventa ateo. Dopo alcuni anni passati a lavorare come commesso presso un distributore automatico si iscrive in Lingue, ma non si laurea per colpa dei comunisti, le scie chimiche e i rettiliani. Attualmente vive a Scrotopoli, dove si prende cura di una dozzina di troll nani, cercando faticosamente di guarirli dalla schizofrenia. Nel tempo libero ama fare bolle di sapone col culo e conosce personalmente un quasar. Segni particolari: un vistoso rinoceronte tatuato sulla chiappa destra di un altro tizio. Motto preferito: meglio soli che pianeti.

Commenta