(Foto: Racchio/flickr)

(Foto: Racchio/flickr)

Tossicodipendente chiede soldi in stazione e poi compra davvero un biglietto

3 giugno 2013

Milano – Singolare vicenda accaduta questa mattina alle porte della Stazione di Milano Centrale. Un tossicodipendente si è avvicinato a un ragazzo per chiedergli qualche spiccio con la scusa che gli mancava un euro per poter acquistare un biglietto per Berlino. Il ragazzo, di nome Enrico Letta (solo uno sfortunato omonimo), ormai rassegnato alle più strane richieste ricevute ogni mattina, gli ha donato con malcelato fastidio l’euro mancante. Ma è allora che è succeso qualcosa che ha distrutto in un secondo tutte le sue certezze: il tossicodipendente si è avvicinato alla biglietteria e ha comprato un biglietto. Raggiunto ai nostri microfoni, il sig. Letta ha dichiarato: “Non potevo crederci, stava davvero comprando un biglietto! E ora scusatemi ma devo andare, altrimenti farò tardi a una riunione di governo”.

Manuel Pica

Nasce. Cosa che gli creerà non pochi problemi in futuro. Vive la sua vita al massimo per cercare di rendere interessante la propria autobiografia. Attualmente conduce uno studio alla Columbia University su come riconoscere un calzino destro dal sinistro. Sostiene che Pitagora non si sia mai accorto che i quadrati costruiti sui cateti di un triangolo rettangolo scivolano. Sulla sua lapide vorrebbe scritto "Per favore spostati, mi stai schiacciando il piede". (Ricordarsi di scrivere un'autobiografia migliore)

Commenta