Landscape

“TI VEDO PIU’ COME UN AMICO”, MA LUI NO E LE TROMBA LA MAMMA

19 luglio 2013

Firenze – Una storia di vendetta quella che si è consumata a Novoli tra Giorgio Perozzi e Alice Mascetti. I due diciottenni neodiplomati hanno coltivato il loro amore fra i banchi di scuola dell’istituto classico ‘Philippe Noiret’. Poi, come spesso accade, una volta liberi da vincoli il rapporto è naufragato fra dubbi adolescienziali ed incertezze. “Mi sono scopata un altro” – le avrebbe detto lei con faccia triste – “ma non voglio che tutto tra noi vada perduto. Dopo questi 5 anni ho capito che ti voglio davvero bene, ma più come un amico. Ed il sesso rovina tutto. Spero che tu mi capisca e che non ci perderemo di vista”.

Ed il giovane l’ha presa in parola. Alice la sera di venerdì sarebbe dovuta tornare a casa a notte fonda per un’uscita in discoteca con le amiche, ma purtroppo due di loro non erano disponibili a causa di una brutta gonorrea. La ragazza ha quindi deciso di rincasare prima, sorprendendo il suo ex e la madre a fare sesso nella posizione a gassa d’amante, quella che Giorgio era solito fare proprio con Alice. Le urla e le grida di disperazione della ragazza hanno immediatamente allertato il vicinato: “Pensavo che Ilicic non firmava più – ha dichiarato Alfredo Sassaroli, inquilino del piano di sopra – “ma guardavo il calciomercato e non avevano detto nulla, poi ho capito cos’era successo. Cosa ne penso? Che si vince lo scudetto!”

Alice è poi scappata di casa, ma i carabinieri l’avrebbero rintracciata quasi subito da una delle amiche con la gonorrea. La madre ha aspettato la mattina per raccontare al padre panettiere quello che era successo. Giorgio, ravvedutosi, ha cercato di farsi perdonare portando, l’indomani, un cesto di cornetti per colazione comprati proprio dal padre di Alice per dimostrare che lui non è uno che serba rancore.

 

Commenta