keyboard-57242_640

Fanatico della Apple scompare e viene ritrovato dopo una settimana sull’iCloud

4 giugno 2013

Frosinone – È notizia di pochi minuti fa il ritrovamento di Riccardo Tordo, giovane liceale e grande collezionista di gadget della Apple, scomparso una settimana fa senza lasciare traccia. Il ragazzo era stato visto l’ultima volta dai genitori salire in camera sua, dove ogni sera si ritirava a chiaccherare per ore con Siri, il software vocale del suo iPhone. Ed è proprio Siri che interrogato dagli investigatori ormai allo stremo, dopo una serie di frasi prive di senso ha consigliato di indirizzare le ricerche verso l’iCloud.

Gli agenti hanno allora calcolato l’equivalente del peso corporeo del ragazzo in Gigabyte, e grazie a questo dato l’hanno individuato con facilità all’interno della “nuvola virtuale”, da dove è stato recuperato in apparente stato confusionale, ma vivo e in buone condizioni fisiche. “L’unica cosa che ricordo – ha spiegato Riccardo – è che per distrazione ho staccato l’iPhone mentre lo sincronizzavo col Mac. Poi ho visto una strana luce bianca e sono svenuto”. La Apple ha fatto sapere che il rischio di venire risucchiati nell’iCloud è contemplato nei termini di utilizzo accettati al momento dell’acquisto dell’iPhone.

Turi Amoddio

Lo sporco che fa notizia

Commenta