spiderman

SPIDERMAN: “MA QUALE LANCIARAGNATELE, IO LE TELE LE SPARO DAL CULO!”

17 maggio 2013

spiderman

New York – È un Peter Parker che non le manda a dire quello che interviene a una puntata speciale di Me and the SuperHeroes, programma della tv americana condotto dalla Maria de Filippi statunitense, Mary Jane Watson, peraltro ex amica di Spiderman, poi fidanzata, moglie e tuttora di nuovo amica ma con interessi a portare la cosa a un altro livello (almeno se non rientra in gioco qualcuna del passato tipo Gwen, il suo primo amore, che muore, risorge, si fa clonare e se poi c’è qualche clone fatto proprio bene scatta di nuovo la scintilla… perché Peter, si sa, a due poppe pure se clonate, non sa proprio resistere).

“Quando ho iniziato negli anni ’60 – ha raccontato Parker – mica potevo andare in giro a dire: «Questa ragnatela è organica e la sparo dal culo come ogni ragno che si rispetti!» Non potevo, e quindi ho inventato i ‘lanciaragnatele’, ma sono solo due accumulatori collegati a due tubi che mi partono direttamente dal sedere. E certe volte, quando non telizzo per un po’ di tempo, non potete immaginare che male”.

E alla domanda di Mary Jane su cosa ne penserà zia May di questa rivelazione inaspettata, Peter dimostra di essere ancora molto legato alla sua figura materna: “Ma che si fotta quella vecchia zozza. So’ cinquant’anni che deve crepa’: una volta la sparano, n’altra gli piglia l’infarto, n’altra ancora il coccolone, ha il cuore malato ma ringiovanisce ogni giorno che passa. C’ha l’armatura di Ironman, sta vecchia baldracca!”

Davide Paolino (foto Senpai27/flickr)

Nasce, cresce, corre! Il giorno 30/12 dell'86 decide di rovinare le vacanze a sua madre venendo al mondo. Da quel giorno in poi è tutto in discesa. Gli piace vendere giornali, scriverci sopra, sentire santificare i vecchietti perchè gli vende poi giornali scarabocchiati. Santificare la domenica al Dio Campionato, il sabato al Dio Fantacalcio, il lunedì alle bestemme per l'uno e per l'altro. Adora passeggiare sui luoghi dei disastri aerei prima che accadano. Scrive per Lercio perché vede la gente morta.

Commenta