Matteo_Renzi_-_SoU2012

Spending review, Matteo Renzi: “Ridurremo i lati dei triangoli isosceli”

11 marzo 2015

Nuovo, impegnativo, annuncio del Presidente del Consiglio Matteo Renzi che, in una conferenza stampa convocata a Palazzo Chigi, ha promesso di ridurre il numero di lati dei triangoli isosceli nel giro di 100 giorni. “Siamo pronti a prenderci le nostre responsabilità e a fare quello che nessun governo ha mai fatto fino ad ora“, ha dichiarato l’ex sindaco di Firenze mentre Civati passava a prendere le ordinazioni dei giornalisti in sala.

Col supporto di una presentazione in Power Point dal titolo “Sognare is the new dreaming“, il Presidente del Consiglio ha parlato della necessità di ridurre il numero dei lati dei triangoli isosceli, facendoli passare da 3 a 2: “Non è ammissibile – ha tuonato Renzi- che nel 2015 i triangoli isosceli abbiamo ancora 3 lati: 3 lati andavano bene quando erano giovani i nostri nonni, non oggi che abbiamo a disposizione strumenti tecnologici avanzatissimi come smartphone, tablet e Oscar Farinetti“.

Il Presidente del Consiglio ha poi sottolineato che l’operazione dovrebbe portare nelle casse statali circa 2 milioni di lati: un bel gruzzoletto che sarà reinvestito per finanziare startup innovative con nomi inglesi a cazzo.

Ora, però, bisognerà sentire il parere della comunità scientifica, che potrebbe nutrire alcuni dubbi sulla fattibilità della riforma. A tal proposito, il professor Giacinto Columbretti, ritenuto un luminare delle scienze esatte dalla sua badante, ha dichiarato: “Renzi sta facendo una grande cazzata: triangoli con 2 lati non sono assolutamente concepibili! E comunque si sarebbe risparmiato di più riducendo le facce di un icosaedro o il numero dei Comandamenti o gli atomi di idrogeno nell’acqua o le Province. Ah, no, quella è una balla!“.

Alfonso Biondi

Alfonso Biondi è un ragazzo semplice e solare che vuole la pace nel mondo.

Commenta