Lercio

SPARA ALL’AMICO DOPO DISCUSSIONE SU KANT, ATTACCANTE DELLA LOKOMOTIV MOSCA

29 settembre 2013

MOSCA – Ha stupito il web la vicenda della sparatoria causata da divergenze di vedute sul pensiero del filosofo tedesco Kant (qui l’articolo completo). Peccato che da quanto emerso nelle ultime ore pare che non si trattasse di Kant il filosofo, ma di Georg Wilhelm Friedrich Kant, punta centrale di una squadra che milita nella prima divisione del campionato russo, la Lokomotiv MoscaI due giovani stavano infatti preparando le squadre per il fantacalcio, proprio come ogni sabato.

Boris Grushenko, giovane soldato in congedo, e Anton Lebedokov, attualmente disoccupato, erano soliti ritrovarsi nel loro bar preferito per stabilire le formazioni, ma qualcosa deve essere andato storto, forse nella valutazione troppo alta del giocatore, o forse perché i due non riuscivano ad accordarsi sul ruolo preciso del giocatore, attaccante o centrocampista.

Fatto sta che la “Critica della Ragion Pura” quindi non ha proprio nulla a che vedere con la discussione essendo i due poco più che diplomati. I due giovani hanno fatto sapere che non arriveranno più a spararsi per dei così futili motivi, ma torneranno a picchiarsi e insultarsi negli stadi proprio come dei tifosi normali.

 

(@Josef_Kappa)

Nasce. Cosa che gli creerà non pochi problemi in futuro. Vive la sua vita al massimo per cercare di rendere interessante la propria autobiografia. Attualmente conduce uno studio alla Columbia University su come riconoscere un calzino destro dal sinistro. Sostiene che Pitagora non si sia mai accorto che i quadrati costruiti sui cateti di un triangolo rettangolo scivolano. Sulla sua lapide vorrebbe scritto "Per favore spostati, mi stai schiacciando il piede". (Ricordarsi di scrivere un'autobiografia migliore)

Commenta