Boldrini morte

Sondaggio Facebook rivela: la prima causa di morte al mondo è Laura Boldrini

20 settembre 2017

Sono dati inquietanti quelli emersi da un recente studio statistico basato sulle risposte degli utenti raccolte attraverso il popolare social network Facebook. Secondo la ricerca, effettuata dall’Università della Strada di Pontremoli, il maggior responsabile di decessi in tutto il pianeta non sarebbe l’infarto o il cancro, e nemmeno la guerra o gli incidenti stradali, bensì il presidente della Camera Laura Boldrini.

Il professor Ghisberto Mangiafeci, che ha condotto lo studio, ha ricostruito i meccanismi che regolano questa inquietante scia di morte: “Prendiamo gli incidenti stradali: l’invasione straniera, provocata dalla Boldrini (e non dallo sfruttamento delle risorse nei Paesi poveri, dalle guerre pilotate dall’Occidente e dal suo costante flusso di armi, come erroneamente si credeva prima dell’avvento di Facebook, NdR) crea enorme preoccupazione in tutti gli automobilisti italiani e non solo, distraendoli dalla guida e portandoli a errori fatali”. Il professor Mangiafeci si spinge anche oltre, dimostrando il nesso tra i recenti decessi dovuti all’uragano Irma e il presidente della Camera: “Il riscaldamento globale non c’entra nulla. La colpa è di Laura Boldrini, che 24 ore prima delle devastazioni, ha abbassato troppo velocemente il braccio mentre si infilava una maglietta, provocando una pressione pneumatica della stessa intensità del battito d’ali di un insetto, questa pressione ovviamente ha innescato il cosiddetto ‘effetto farfalla’ trasformandosi nell’uragano migrante stupratore assassino”.

Osservato nel suo complesso, lo studio – che si inserisce in una lunga sequenza di ricerche di altissimo livello – rivela anche uno sconvolgente ‘disegno’, una sorta di sistema piramidale nel quale ogni morte al mondo può essere ricondotta in ultima istanza a Laura Boldrini. Al secondo posto delle cause di morte ci sono infatti gli immigrati, i quali, come abbiamo visto, si moltiplicano per distacco cellulare dalla terza carica dello Stato. Al terzo posto ci sarebbero i vaccini, e chi non vede una connessione tra i vaccini e la Boldrini soffre di autismo causato dagli stessi vaccini, che la Boldrini ha segretamente adulterato, uno ad uno, per far si che la gente dimenticasse che la colpa è tutta sua. E se qualcuno mette in dubbio, almeno in parte, la veridicità e serietà di questo studio, l’equipe che lo ha condotto tiene a precisare che i soggetti presi in esame sono autorevolissimi, provenienti dalle università della strada di tutto il mondo, e con un solido curriculum accademico che comprende almeno 3 anni di iscrizione su Facebook e un master in Haterologia.

Gianni Zoccheddu

Gianni Zoccheddu nasce in Sardegna nella calda estate del '76, unico sopravissuto di 4.576.458 fratelli, tutti morti durante la fecondazione. Fino ai 18 anni è convinto di essere Gesù poi, fallito il tentativo di moltiplicare pani e pesci facendoli accoppiare tra loro, smette di credere in se stesso e diventa ateo. Dopo alcuni anni passati a lavorare come commesso presso un distributore automatico si iscrive in Lingue, ma non si laurea per colpa dei comunisti, le scie chimiche e i rettiliani. Attualmente vive a Scrotopoli, dove si prende cura di una dozzina di troll nani, cercando faticosamente di guarirli dalla schizofrenia. Nel tempo libero ama fare bolle di sapone col culo e conosce personalmente un quasar. Segni particolari: un vistoso rinoceronte tatuato sulla chiappa destra di un altro tizio. Motto preferito: meglio soli che pianeti.

Commenta