Roma, al via il primo gruppo di sostegno per ex assessori di Virginia Raggi

4 settembre 2017

Roma – Disturbo Post Traumatico da Stress.  È questa la diagnosi che accompagna gli ormai numerosi ex assessori di Virgina Raggi e che ora hanno deciso di riunirsi in un gruppo di sostegno psicologico.

Essere chiamati a far parte del movimento degli onesti, per poi essere allontanati come degli indegni, ti può far sprofondare in una condizione di penoso abbandono – sostiene il terapeuta Salvatore Di Stelle, conduttore del gruppo – alcuni sono talmente segnati da quell’esperienza che vivono nel terrore di essere cacciati anche dal gruppo di sostegno”.

Il gruppo, che si riunisce ogni settimana in un locale di Via Pizzarotti, si è reso necessario per l’alto numero di fuoriusciti dalla giunta Raggi. “All’inizio eravamo pochi e ci riunivamo in una taverna nel centro di Roma – prosegue il terapeuta – ma poi mi sono accorto che la taverna, già solo per il nome, provocava un aumento dell’ansia nei pazienti”.

Ma quali tecniche vengono utilizzate per la riabilitazione degli ex assessori? Ce lo spiega sempre il dott. Di Stelle. “Per elaborare il vissuto emotivo utilizziamo un pupazzo con le fattezze di Virginia Raggi. Il paziente ci si siede di fronte ed esprime tutte le sue emozioni. È una tecnica molto efficace perché il pupazzo non è distinguibile dalla vera Virginia Raggi”.

Un’altra tecnica è chiamatala sedia volante‘. Quando tutti i pazienti sono seduti in circolo, io mi metto dietro uno di loro e all’improvviso, con un calcio, gli scaravento via la sedia da sotto il culo. Il soggetto cade a terra mentre tutti gli altri gli gridano: ‘Sei una merda! Sei un disonesto! Fai parte della casta! Vaccini i bambini!’ È una tecnica dolorosa, ma serve a rivivere il trauma, per poi elaborarlo e superarlo”.

Il gruppo ormai è una vera e propria famiglia. “Ognuno mette a disposizione degli altri le proprie competenze – prosegue il terapeuta – l’ex assessore all’Urbanistica, Paolo Berdini, ci ha trovato una sede adeguata, l’ex assessore all’Ambiente, Paola Muraro, si occupa di tenerla pulita facendo le pulizie ogni settimana. Inoltre, grazie alla presenza di ben tre ex assessori al bilancio, i miei guadagni sono lievitati. Insomma, siamo una piccola giunta!

E se il numero degli ex assessori dovesse aumentare? “Siamo pronti ad accogliere tutti – dice Di Stelle – anzi, un posto è riservato proprio a Virginia Raggi. Perché prima o poi si caccerà da sola, ne sono sicuro. E noi la accoglieremo a braccia aperte“.

Eddie Settembrini

Come giornalista del Washington Post ha scoperto lo scandalo “watergate”, ma ha lasciato lo scoop a due colleghi ambiziosetti in cambio di un hot dog. Tornato in Italia ha iniziato a indagare sui delitti del Mostro di Firenze; ha smesso quando ha capito che gli indizi conducevano a se stesso. Ora scrive per Lercio sotto ricatto. Il suo romanzo preferito è “Oblomov”, ma si è immedesimato talmente tanto nel protagonista che non l'ha mai finito.

Commenta