porta_girevole

RENZO BOSSI BLOCCATO PER TRE GIORNI IN UNA PORTA GIREVOLE

27 aprile 2013

porta girevole

Valle D’Aosta – Disavventura a lieto fine per Renzo Bossi che, complice una porta girevole, è rimasto bloccato per tre giorni all’ingresso dell’Hotel Lux a Cervinia. Il figlio del Senatur si era recato nella ridente località alpina in cerca di un sito adatto ad ormeggiare il nuovo yacht di suo fratello: “Volevo fare una sorpresa a Riccardo, ma quando ho tentato di uscire dall’hotel la porta ha cominciato a girare e mi sono ritrovato di nuovo nella hall. All’inizio mi sembrava una cosa normale, poi dopo trentasei ore ho visto che si faceva tardi e ho cominciato a girare più veloce per raggiungere prima l’uscita”.

Il personale dell’albergo ha tentato invano di fermare la trottola, rimediando solo dolorose sportellate. Il problema è stato risolto grazie a un gruppo di buttafuori della discoteca Temptation. Il costo dell’intervento sarà addebitato alla Lega, assieme alla camera d’albergo, sedici tequila bum bum, sette biglietti per il privè del Temptation e quattro escort.

Gianni Zoccheddu (foto: Dan4th/flickr)

Gianni Zoccheddu nasce in Sardegna nella calda estate del '76, unico sopravissuto di 4.576.458 fratelli, tutti morti durante la fecondazione. Fino ai 18 anni è convinto di essere Gesù poi, fallito il tentativo di moltiplicare pani e pesci facendoli accoppiare tra loro, smette di credere in se stesso e diventa ateo. Dopo alcuni anni passati a lavorare come commesso presso un distributore automatico si iscrive in Lingue, ma non si laurea per colpa dei comunisti, le scie chimiche e i rettiliani. Attualmente vive a Scrotopoli, dove si prende cura di una dozzina di troll nani, cercando faticosamente di guarirli dalla schizofrenia. Nel tempo libero ama fare bolle di sapone col culo e conosce personalmente un quasar. Segni particolari: un vistoso rinoceronte tatuato sulla chiappa destra di un altro tizio. Motto preferito: meglio soli che pianeti.

Commenta