index

RENATO POZZETTO SI VENDE UN RENE PER COMPRARSI UNO YACHT

26 ottobre 2013

MILANO – Renato Pozzetto ha raggiunto ieri  il culmine della spirale di autodistruzione in cui si avvita da mesi. Il declino dell’attore era iniziato ben prima di fare spot con membri della sua famiglia in cui istiga le persone comuni a vendersi l’oro di casa per pagarsi una crociera, ma ieri ha toccato l’apice. Pozzetto, 73 anni, si domandava da tempo a cosa gli servisse avere due reni se, alla fin fine, ne utilizzava uno soltanto e neanche bene. Quindi, con l’aiuto della società Espianto Organi S.r.l., l’ex ragazzo di campagna ha venduto quella ghiandola per potersi finalmente permettere uno yacht, come ai bei vecchi tempi in cui girava più di cinque film all’anno. “La crisi colpisce pure me… eh la madonna!”, ha così commentato uscendo dalla clinica e scatenando le risa di tutti i padani presenti. Pozzetto ha poi ceduto alle lusinghe del mestiere: quando i fan gli hanno chiesto il bis, non ha saputo resistere e si è fatto asportare anche l’altro rene. “Ora ho due yacht, e mi godo il mare mentre faccio la dialisi. E ho detto addio al pannolone! Questa sì che è vita” è il testo del suo nuovo spot per la Espianto Organi S.r.l. La pubblicità ha già avuto un enorme successo: Gianluca ha ceduto in permuta i suoi capelli, Ettore le ginocchia, Mario ogni parte del corpo abbronzata (per non rischiare di essere preso per extracomunitario) e Renzo tutta la scatola cranica, tanto serviva a poco.

Nasce, cresce, corre! Il giorno 30/12 dell'86 decide di rovinare le vacanze a sua madre venendo al mondo. Da quel giorno in poi è tutto in discesa. Gli piace vendere giornali, scriverci sopra, sentire santificare i vecchietti perchè gli vende poi giornali scarabocchiati. Santificare la domenica al Dio Campionato, il sabato al Dio Fantacalcio, il lunedì alle bestemme per l'uno e per l'altro. Adora passeggiare sui luoghi dei disastri aerei prima che accadano. Scrive per Lercio perché vede la gente morta.

Commenta