i4rapiti

RAPITI IN INDIA QUATTRO GIORNALISTI DI LERCIO

16 aprile 2013

i4rapiti

Ancora non si è esaurita l’eco della notizia del rilascio di quattro giornalisti italiani rapiti in Siria, che già dobbiamo rendere conto di un nuovo rapimento. È con molta preoccupazione che vi diamo la notizia del rapimento di quattro giornalisti di Lercio, prelevati nella città indiana di Thiruvananthapuram, probabilmente da pirati, mentre indagavano sull’antica usanza dei pescatori indiani di decorare i propri scafi a mitragliate.

I giornalisti rapiti sono: Davide Paolino (responsabile della redazione cricket), Marco Bressanini (responsabile della sezione motori e giardinaggio), Stefano Pisani (responsabile della sezione geopolitica e oroscopo) e Gianni Zoccheddu (sardo). Un altro giornalista, Vittorio Lattanzi, che in un primo momento era dato tra i rapiti, è stato invece rintracciato in un bordello thailandese.

I rapitori di Thiruvananthapuram si sono già fatti vivi con un comunicato in cui dettano le condizioni per il rilascio: “Libereremo gli ostaggi appena ci farete sapere come cazzo si pronuncia la nostra città”. La Farnesina ha già avvisato le famiglie che sono partite immediatamente alla volta di Ibiza per festeggiare in una discoteca. Le reazioni delle forze politiche non si sono fatte attendere e convergono verso una chiara e precisa richiesta al governo indiano: “Ridateci i due Marò e tenetevi i quattro Cogliò”.

La redazione

Come giornalista del Washington Post ha scoperto lo scandalo “watergate”, ma ha lasciato lo scoop a due colleghi ambiziosetti in cambio di un hot dog. Tornato in Italia ha iniziato a indagare sui delitti del Mostro di Firenze; ha smesso quando ha capito che gli indizi conducevano a se stesso. Ora scrive per Lercio sotto ricatto. Il suo romanzo preferito è “Oblomov”, ma si è immedesimato talmente tanto nel protagonista che non l'ha mai finito.

Commenta