Sopra: l'irreprensibile Mario

Sopra: l'irreprensibile Mario

Radiato l’idraulico che non trombava le mogli sole in casa

16 marzo 2014

Iglesias (Provincia abolita) – Mario Mario proprio non se lo aspettava. Uomo tutto d’un pezzo, svolgeva la sua professione con serietà e dedizione. Anche troppa, a giudicare dalle lamentele di certe mogli del suo quartiere. È stata la signora Laura Boldrini (solo omonima del Presidente della Camera) a presentare l’esposto all’albo degli artigiani: “Mi sento discriminata, come donna, nel mio ruolo di casalinga insoddisfatta”. Le indagini della Camera di Commercio sono durate poco: ormai il malvezzo di Mario era di pubblico dominio.
A lamentarsene c’è anche il marito della signora Laura: “Avevo nascosto una mini-cam, mi eccito a vedere mia moglie con sconosciuti. Invece ho finito per imparare ad aggiustare un lavandino”.
Più prevedibili invece le critiche dei colleghi: “Finalmente Mario è stato radiato. Ha violato ripetutamente il codice deontologico degli idraulici” – dice Luigi Mario (fratello di Mario) – “Col suo comportamento gettava discredito sull’intera categoria. Una volta l’ho anche beccato a cambiare una guarnizione a una cliente invece che sostituirle tutto l’impianto della cucina. E come se non bastasse rilasciava anche regolari fatture, quel figlio di donna fedele!”

Commenta