coma1

Prova costume. Bruciare calorie e perdere peso con un solo ingrediente: il coma farmacologico

25 giugno 2014

di Stefano Pisani 

Il rimedio efficace per perdere i chili di troppo ora che la prova costume si avvicina? Mettersi in coma farmacologico qualche giorno prima di andare al mare. Dopo la Dieta del fantino e la Dieta a zona, arriva dall’Olanda la Dieta a Coma, la nuova, eccentrica dieta dell’estate 2014. «Il coma farmacologico è un rimedio perfetto per bruciare calorie» dichiara Katleena Van Chiappesoden, nutrizionista dell’Università di Utrecht.  La nuova dieta è semplice e a portata di tutti: basta procurarsi un po’ di pentobarbital o benzodiazepine e il gioco è fatto. Per chi però non avesse uno stipetto dei medicinali fornito come quello di Philip Seymour Hoffman, può andare bene anche guardare una puntata de I segreti di Borgo Larici.

Il coma, secondo quanto scoperto dalla scienziata, è in grado di impedire anche ai più golosi di concedersi quei sapidi spuntini fuori pasto che, purtroppo, tanto nuocciono alla linea. “Nei test effettuati finora, nessuno è mai caduto in tentazione – continua la dottoressa – e la mia nuova dieta ha mostrato di agire rapidamente: in due settimane di coma si possono perdere anche fino a 15 chili. E non solo è veloce, ma provoca anche un dimagrimento uniforme“.

La prova bikini non sarà dunque più un incubo. «Certo, al risveglio potrebbero esserci un po’ di problemi neurologici ma, come si dice, ‘chi bello vuole apparire un po’ deve soffrire’, no? E poi: tanto le ragazze che si sottopongono a un trattamento del genere non dovevano avere molto cervello nemmeno prima. Nessuno noterà la differenza» ha concluso Van Chiappesoden.

«___________» ha commentato da par suo una ragazza che sta attualmente seguendo la Dieta a Coma.

Stefano Pisani è esperto in Astronomia leggera, Pesca di spalle, Storia della storia, Waffle, Biografie insensate.

Commenta