ospedale (2)

“Prova a spegnere e riaccendere”, medico appassionato d’informatica uccide uomo in coma

26 gennaio 2017

Milano – È stato arrestato ieri all’ospedale Miguarda il medico anestesista Dory Briglia, colpevole di aver ucciso un uomo in coma tentando di riavviarlo come un pc. Secondo gli inquirenti la dottoressa, da sempre grande appassionata di informatica, credeva ciecamente nella Cyberterapia, una nuova branca della  medicina affacciatasi pochi anni fa nella sua testa, così fuori da ogni logica che persino i seguaci di Gabriella Mereu sono arrivati a considerarla cialtroneria.

Come la stessa Briglia spiega: “La Cyberterapia si esercita trattando il corpo umano come un computer, basandosi sull’ipotesi che, per quanto complesso, il nostro organismo necessita delle stesse cure di un pc portatile. Se – prosegue il medico – un uomo si impalla (o come si diceva anticamente ‘entra in coma‘) è necessario spegnere tutto e riavviare. Se qualcuno è sotto attacco hacker (allergie, orticarie, shock anafilattici ecc.) deve necessariamente cambiare il proprio profilo mediante chirurgia estetica. Se si è preso un virus di qualsiasi tipo è opportuno infilarsi nell’ano una chiavetta USB con sopra la versione più aggiornata di Norton. Se si è in compagnia di qualcuno che soffre di pop-up (schizofrenia, personalità multiple, allucinazioni), è necessario farlo ricoverare al più presto e somministrargli un Adblock”.

La mamma del medico cerca di giustificare il comportamento di Dory sostenendo che fin da piccola soffrisse di rallentamenti causati da una insufficenza nella ram: “È sempre stata un’emerita cogliona“. Giustificazione che però non riporta in vita il povero paziente: Michele Ferrari, entrato in coma qualche mese fa, dopo aver visto il seguito di Independence Day. Dopo aver provato tutte le strade convenzionali, la dottoressa Briglia aveva deciso di tentare la soluzione universale per i problemi dei PC: spegnere e riaccendere. Così ha staccato il Ferrari dalle macchine che lo tenevano in vita, ma quando lo ha ricollegato ha potuto solo osservare una triste schermata blu.

Il medico è stato immediatamente messo in stand-by ed è sotto cure psichiatriche nel tentativo disperato di aumentarle i giga.

Andrea Bonechi

Commenta