(Foto: Chmee2)

(Foto: Chmee2)

Poliziotto si trova addosso tre canne e si picchia da solo

11 giugno 2013

Castelfranco Frigido – Ligio al dovere e irremovibile, così i colleghi descrivono Silvestro Manganello, poliziotto 38enne in servizio da 15 anni.  L’uomo, camminando per strada durante il suo giorno di ferie, ha sentito uno strano odore provenire dalla tasca interna della sua giacca. Fermatosi, si è sbattuto contro il muro e ha iniziato a perquisirsi. I suoi sospetti erano fondati: possedeva, infatti, tre canne pronte all’uso. L’agente allora si è ammanettato e guidando con la bocca (non senza difficoltà) si è trasportato fino alla Questura. Lì, tra lo stupore dei colleghi, si è interrogato, negando categoricamente qualsiasi tipo di collegamento con le sostanze stupefacenti. Secondo voci non confermate la discussione sarebbe degenerata, portando Silvestro a sbattersi violentemente la testa contro il muro e a riempirsi i testicoli di spigolate sul tavolo. Sta di fatto che il poliziotto è stato rinvenuto poche ore dopo in fin di vita. Portato tempestivamente al pronto soccorso, l’uomo ha ripreso conoscenza solo il mattino seguente e ha sostenuto di essere caduto dalle scale.

Chiorbaciov

Commenta