Attenzione!

Il nostro server è entrato in casa d'altri di notte ed è stato ucciso

Se non volete restare a corto di lercio comprate il libro

(Foto: Dottor Zero)

(Foto: Dottor Zero)

Paolo Attivissimo shock: “Lavoro per gli Illuminati da oltre 10 anni”

8 aprile 2014

MANIERO DIGITALE (LUGANO) – Dichiarazioni sconvolgenti del giornalista antibufale Paolo Attivissimo, che in una intervista in esclusiva per Lercio confessa di essere un agente al soldo degli Illuminati da più di un decennio.
Il debunker più famoso d’Italia getta dunque la maschera e conferma i sospetti dei più autorevoli complottisti del web, ovvero l’esistenza di un’organizzazione segreta talmente potente che l’unico modo per carpirne i misteri è digitare il nome su google. Organizzazione gigantesca e ramificata in tutto il globo, il cui scopo è il controllo mondiale attraverso guerre, scie chimiche, signoraggio, cataclismi artificiali e messaggi subliminali nascosti nei prodotti Hello Kitty.
Nonostante l’immane potere degli Illuminati, un manipolo di eroi che combattono da una scrivania piena di cartacce e salsa ketchup è riuscito in questi anni a contrastarli, grazie ad un lavoro di controinformazione sprezzante del pericolo e delle basilari regole del giornalismo.
Così l’organizzazione ha deciso di palesarsi e il Consiglio di amministrazione degli Illuminati, (di cui Lercio detiene la maggioranza, tramite le controllate Rettiliani&Rettiliani s.p.a e EniChemtrails Inc.) ha ‘invitato’ il giornalista Paolo Attivissimo a rilasciare un’intervista al nostro giornale in cui finalmente svela dettagliatamente come, tramite il suo cliccatissimo sito Il Disinformatico, abbia in questi anni organizzato innumerevoli depistaggi per coprire le operazioni per la conquista del mondo:

Perché gli Illuminati hanno scelto proprio lei per uscire dalla clandestinità?

Questo non me lo hanno voluto dire, suppongo sia una strategia concordata con i rettiliani albini.

Può rivelarci qualche identità segreta della cupola?

No, il chip sottocutaneo installato con l’ultimo vaccino antitetanico me lo impedisce.

Morgellons, maremoto e Marzullo: tre parole che iniziano con la M, coincidenze?

Io non credo.

E’ vero che il primo sistema Haarp si trovava su Nibiru?

Sì, per questo abbiamo dovuto distruggerlo con il cannone quantico inventato da Hitler.

Perché continuate a negare l’esistenza del piano di irrorazione globale di scie chimiche, che coinvolge milioni di persone tra plutocrati, piloti, addetti agli aeroporti, meteorologi, esperti informatici, militari e passanti di tutto il mondo, nonostante le prove inoppugnabili scovate da Tanker Enemy nei suoi vasi di gerani?

Perché siamo fatti così.

Dove si trovava durante il crollo delle Torri Gemelle?

A casa, stavo giocando in giardino a badminton con Bin Laden e Germano Mosconi.

In quale delle tre piramidi di Giza si trovava la ricetta aliena per la supertermite usata nel complotto dell’11 settembre?

In quella costruita dai Cardassiani.

E’ vero che il filmato falso sull’allunaggio del 1969 è stato girato su Marte?

No, su Mercurio, facciamo credere che sia una palla infuocata così nessuno vi si avvicina.

Dorme mai con una pistola raggio della morte di Tesla sotto il cuscino?

No, ma da oggi credo che dovrò cominciare, quindi addio bazooka.

Cosa vogliono davvero gli Illuminati?

Distruggere l’universo per dimostrare all’universo che sono i più forti.

Grazie, ci rivedremo a Guantanamo?

Probabile, e lì sarò io a fare domande a voi.

 

Gianni Zoccheddu

Gianni Zoccheddu nasce in Sardegna nella calda estate del '76, unico sopravissuto di 4.576.458 fratelli, tutti morti durante la fecondazione. Fino ai 18 anni è convinto di essere Gesù poi, fallito il tentativo di moltiplicare pani e pesci facendoli accoppiare tra loro, smette di credere in se stesso e diventa ateo. Dopo alcuni anni passati a lavorare come commesso presso un distributore automatico si iscrive in Lingue, ma non si laurea per colpa dei comunisti, le scie chimiche e i rettiliani. Attualmente vive a Scrotopoli, dove si prende cura di una dozzina di troll nani, cercando faticosamente di guarirli dalla schizofrenia. Nel tempo libero ama fare bolle di sapone col culo e conosce personalmente un quasar. Segni particolari: un vistoso rinoceronte tatuato sulla chiappa destra di un altro tizio. Motto preferito: meglio soli che pianeti.

Commenta