Attenzione!

Il sito è sotto bombardamento da parte di Trump

Se non volete restare a corto di lercio comprate il libro

elefante-da-guerra

OBAMA: STOP A LIBERA VENDITA DI ELEFANTI DA GUERRA PUNICI NEI SUPERMERCATI

30 gennaio 2013

WASHINGTON DC – Il presidente democratico Obama sfrutta l’onda lunga dell’orrore popolare per le stragi nelle scuole e sui posti di lavoro per far passare un provvedimento su cui si era molto speso in campagna elettorale: vietare la libera vendita degli elefanti da guerra punici nelle catene della grande distribuzione come Wal Mart. La NEA (National Elephant Association) attraverso il suo rappresentante Jack Black ha accusato l’amministrazione di colpire gli elefanti da guerra punici (detti anche EGP) perché non ha il coraggio di vietare le armi semiautomatiche da guerra. “È una questione di priorità”, ribattono fonti interne alla casa bianca “un EGP è molto più grosso di mitra M5 e anche di un AK-47″ quindi, secondo il metro di giudizio americano, necessariamente più pericoloso, oltre che più fico. Inoltre non contenendo gli elefanti punici elementi di metallo, molti studenti riescono indisturbati a farli passare attraverso i metal detector posti all’ingresso delle scuole, stesso problema negli aeroporti. Per mimetizzare un elefante punico di tre tonnellaate bastano infatti un capellino da baseball e un po’ di Axe uomo sotto la coda. Jack Black spiega che si tratta comunque di allarmismo ingiustificato, chiunque infatti può difendersi efficacemente da un elefante da guerra punico: basta portare sempre con se una lancia lunga sei metri e un suonatore di tromba numida per disorientare l’animale. La Nea annuncia mobilitazioni a difesa del settore. Dopo l’approvazione del provvedimento tonfo in borsa delle aziende dell’indotto, fra cui spicca -12,3% della United Arachidi.

@QuittheDoner

Commenta