Screenshot-from-2013-06-23-114938

NUOVO RECORD DI BRUMOTTI: PERIPLO DELLA TAZZA DEL CESSO SULLA RUOTA ANTERIORE

1 luglio 2013

Vittorio Brumotti, campione di bike trial, nonché inviato di Striscia la Notizia, ci ha abituato a  performance strabilianti, che gli hanno fatto conquistare una serie lunghissima di record in sella alla sua bicicletta. Fra le tante imprese, lo abbiamo visto gettarsi dai diciassette metri della scogliera sopra la Grotta del Bue Marino (nel Golfo di Orosei) infrangendo allo stesso tempo il Guinness dei Primati e le nostre speranze una volta riemerso; salire sulla ruota posteriore i quattromila gradini del grattacielo più alto del mondo; compiere ben trentanovemilatrentatré saltelli sulla ruota posteriore in cima a Punta Fava (sempre nel Golfo di Orosei, terra evidentemente abbandonata da Dio).

Con l’entusiasmo e la voglia di superarsi che lo contraddistinguono, Vittorio questa volta ha voluto tentare l’impossibile. È quello che i trial bikers chiamano il giro della morte: il periplo della tavoletta del cesso sulla ruota anteriore. Teatro dell’impresa la sua Boissano (SV), nella splendida cornice della piazza Belin Chetanega. Ovviamente, è stato utilizzato un cesso speciale, di quelli con la cassetta dello sciacquone a scomparsa, nella fattispecie il modello CACO – Cesso A Cassetta Obliterabile – di Richard Ginori, al fine di consentire il necessario spazio di manovra.

Così, davanti ai suoi concittadini estasiati e all’attonito giudice Guidobaldo Sfrigatti della GuWoR-Ass (Guinness World Record Association), Brumotti ha vinto l’ennesima sfida: non solo ha compiuto il periplo, ma, generoso come sempre, ha effettuato tre giri supplementari prima di concludere con una spettacolare sgommata.

L’istrionico Vittorio ha poi commentato a caldo: “A proscima votta o’ fago sorvia a-o vasîn da nêutte” (“La prossima volta lo faccio sul vaso da notte”, ndt).

Davide Landi

Lo sporco che fa notizia

Commenta