(Foto: Woody Allah)

(Foto: Woody Allah)

Niente alcol né maiale, l’Islam diventa la dieta dell’estate

6 maggio 2015

Marracash (BARONA) – L’estate si avvicina e la vostra pancia sembra ancora il mento di Giuliano Ferrara? Se con le pillole, photoshop e la cocaina non avete ottenuto nessun risultato, non disperate. Dal Medio Oriente arriva una nuova infallibile dieta: l’Islam. A scoprire le proprietà dietetiche di questa religione è stato il dott. Jihadi Bin Laden, luminare nel campo dei nomi imbarazzanti, che rivela con orgoglio: “Ci sono voluti 6 anni di test prima di arrivare a questa clamorosa scoperta“.

Ma entriamo nel dettaglio del trattamento e scopriamo in cosa consiste. Innanzitutto l’Islam impone l’immediata e totale eliminazione di alcol e maiale, due componenti che, se consumati in maniera eccessiva, possono portarvi ad assomigliare a un tedesco qualsiasi. Inoltre – e qui risiede la grande novità – è obbligatorio l’uso del burqa anche agli uomini. Sudare per 24 ore al giorno, infatti, è una delle chiavi del successo della dieta islamica. Per ottenere dei risultati più velocemente, il dott. Bin Laden suggerisce di utilizzare i burqa in vendita sul suo sito, si tratta di abiti pensati appositamente per far sudare il più possibile chi li indossa e sono composti da un tessuto che fonde lana, domopak e ghiandole di Umberto Smaila. Ovviamente questi accorgimenti da soli non bastano. Ecco perché Jihadi Bin Laden suggerisce di accompagnarli a una costante e intensa attività fisica. Tra gli esercizi suggeriti troviamo cinque ore settimanali di lancio del sasso e dieci di schiocco della frusta. Ma, stando agli studi del dottore, l’attività che fa bruciare più calorie è senza dubbio inginocchiarsi per pregare verso la Mecca. Eseguendo questo insensato esercizio almeno cento volte al giorno invece delle canoniche cinque, si ottengono risultati formidabili in termini di perdita di peso, potenziamento degli addominali e fiato sprecato.

Per quelle persone che non dovessero riuscire a raggiungere il loro peso forma ricorrendo alla dieta islamica moderata, il dottor Bin Laden ha pensato anche alla sua versione più estrema; che prevede, oltre ai già citati esercizi e divieti, anche l’amputazione degli arti in caso di mancato rispetto di quest’ultimi e l’obbligo di cibarsi solo col muschio cresciuto all’interno del burqa. Se neanche questo dovesse funzionare non avete nulla di cui preoccuparvi, perché il dottor Bin Laden ha pensato anche a questo: vi basterà acquistare una cintura imbottita di tritolo (anche questa acquistabile sul suo sito) e premere il detonatore. I risultati del trattamento saranno visibili immediatamente: nel giro di un paio di secondi perderete il vostro intero peso corporeo, e contribuirete anche a farlo perdere a quelli che vi stanno vicino.

Davide Rossi

 

Commenta