anythinghorror.com

anythinghorror.com

Nasce l’#HeadShotChallenge: donare l’eredità e poi spararsi in testa

8 settembre 2014

Cansassiti – Dopo il grande successo dell’IceBucketChallenge, che ha investito mezzo mondo obbligando milioni di internauti a versarsi addosso acqua ghiacciata con cubetti annessi, è nata in America una nuova, rivoluzionaria, campagna di sensibilizzazione.

Si chiama #HeadShotChallenge  ed il suo inventore, l’ingegnere aerospaziale Stewart Bullet, è sicuro che questo modo di donare possa cambiare veramente il Mondo. Cioè, era sicuro…

Si perché l’#HeadShotChallenge consiste nel mettersi di fronte alla webcam, nominare altre tre persone, far vedere tramite documento che si è lasciato tutta l’eredità ad una Onlus e poi farsi saltare le cervella sul soffitto. Stewart, secondo le indiscrezioni degli amici, era stufo di doversi sorbire tutto il falso buonismo che è dilagato ultimamente sui social, apostrofando ogni nuovo video in cui attori famosi si lanciavano addosso ghiaccio con un “facile, così son bravi tutti!”.

La situazione è divenuta insostenibile quando i video hanno cominciato ad evolversi, con gli “alternativi” che decidevano di non versarsi addosso acqua ma soldi per far vedere che li donavano realmente, o mostravano banconote da venti dollari, bonifici o chissà cos’altro per far vedere quanto erano buoni. Così Stewart, realmente puro di cuore, ha deciso di donare tutto se stesso in uno slancio d’umiltà, uccidendosi e lasciando l’eredità in beneficenza.

Nonostante si considerasse la cosa tuttalpiù come il gesto di un folle isolato, la moda ha inaspettatamente preso a dilagare, sopratutto negli Stati Uniti, dove procurarsi una pistola è facile come chiudere gli occhi.
Secondo i sociologi questo nuovo moto donatorio investirà a breve anche le nostre coste, mietendo vittime illustri fra attori decaduti in cerca dell’ultima possibilità di visibilità e politici, che mostrando fieri l’atto notarile in cui l’eredità verrà lasciata al proprio partito, si spareranno in testa, dimostrando, una volta per tutte, quanto veramente credevano alla loro causa.

di Chiorbaciov

Commenta