Samuele Rembano

Samuele Rembano

Arriva la nuova Fiat Cemento: prima automobile a prova di furto

20 marzo 2014

 

TORINO (DETROIT) – Presentata ieri mattina in Svizzera (residenza fiscale di Marchionne) la nuovissima automobile Fiat Cemento. A fare gli onori di casa lo stesso Amministratore Delegato, che ha illustrato le rivoluzionarie novità introdotte nell’ultimo modello della casa torinese, frutto di ingenti investimenti nella ricerca e innovazione:
“La crisi porta con sé la povertà, la povertà porta le persone a delinquere, perché quando non si trova lavoro si fa qualunque cosa pur di dare da mangiare alla propria famiglia. In questi anni si è assistito ad un incremento dei furti di auto, così abbiamo pensato di realizzare la prima vettura che non può essere rubata, partendo dalla carrozzeria della vecchia Duna station wagon, il cui interno è stato riempito con una colata di cemento. Il motore, per quanto potente, non riuscirebbe mai a trasportare il peso dell’auto.
Questa è un’auto da garage: – continua Marchionne – il ladro vedrà la macchina, scassinerà la portiera, aperta la quale si troverà impossibilitato a qualunque azione. Il delinquente non crederà ai suoi occhi e cadrà svenuto. Il proprietario si sveglierà tranquillamente al mattino e, trovandolo privo di sensi in garage, potrà scegliere con tutta calma se chiamare la polizia per farlo arrestare, o rinchiuderlo nello scantinato e chiamare Zed”.
Ovviamente tutto questo accadrà solo nel caso venga superato il primo e più potente antifurto in dotazione: il fatto che apparentemente l’auto sembra una vera e propria Duna.
“Avremmo voluto chiamarla Fiat Giustizia – conclude Marchionne – ma poi dal reparto marketing ci hanno fatto notare che nessuno pensa che ci sia giustizia nell’acquistare un’auto Fiat”.

(Claudio Favara)

 

(Catania, 1982). Studia tantissimo per poter lavorare nei call center prima, come trascrittore poi. Per arrotondare fa l'orso nelle fattorie della bile cinesi.

Commenta