Foto: Edward (Wikipedia)

Foto: Edward (Wikipedia)

Milano. Leghista si appisola in metro, extracomunitario gli ruba il lavoro dalle tasche

24 novembre 2015

Milano – Ambrogio Orcudighel, 48enne mungitore di orsi con paletta e segretario della sezione della Lega Nord di Saliva sul Labbro, sarebbe stato vittima di un furto di lavoro all’interno di una carrozza metro della Linea Blu da parte di un extracomunitario, probabilmente di etnia Isis. Secondo la denuncia sporta dallo stesso Orcudighel alle forze dell’ordine, il malcapitato non si sarebbe accorto subito dello scippo, ma solo dopo aver ricevuto la lettera di licenziamento.

Quando ho letto nella comunicazione di aver perso il lavoro perché il mio datore era stato arrestato per bancarotta fraudolenta, l’azienda venduta a una multinazionale tedesca e la produzione smembrata e delocalizzata in Vietnam, ho subito realizzato che era colpa degli immigrati – racconta Orcudighel – così mi sono ricordato di aver chiuso gli occhi per qualche minuto, durante quel maledetto viaggio in metro”. La vittima non è in grado di fornire una descrizione dell’immigrato, proprio a causa del fatto che aveva gli occhi chiusi, ma ricorda che prima di addormentarsi avrebbe visto diverse persone vestite strane e di aver pensato che erano ‘clandestini di merda’. “Sicuramente uno di loro deve aver approfittato del momento di incoscienza per frugarmi nelle tasche e scappare via con il mio lavoro“, dichiara amaramente.

Urcudighel ha ricevuto la solidarietà e il sostegno dei colleghi di partito. Mario Borghezio afferma che le prove portate dalla vittima sono schiaccianti: “Un tempo i furti come questi erano compiuti solo da napoletani, calabresi e altri terroni, ma adesso che la Lega si presenta anche al sud i clandestini ne hanno approfittato per rubargli il lavoro di ladri“. Gianluca Buonanno propone di armare di kalashnikov ogni uomo, donna, bambino e animale domestico di provata fede cattolica; chiede inoltre alle forze dell’ordine di individuare al più presto il colpevole e di squartarlo per recuperare il lavoro di Orcudighel dalle viscere.
Anche Forza Italia si unisce al coro, Daniela Santanchè afferma la necessità di uccidere senza pietà tutti i terroristi, i clandestini e i musulmani, e di mangiarne il cuore in modo da acquisirne il potere. La senatrice però è stata subito smentita dal suo compagno di partito Renato Brunetta, che ne prende le distanze: “La Santanchè ha sbagliato, nella sua lista mancano le zecche comuniste“. Maurizio Gasparri chiede che le forze aeree di tutto il Sistema Solare bombardino la metropolitana di Milano, ma precisa che dovrà essere un intervento di precisione chirurgica.  Mariastella Gelmini denuncia invece l’esiguo numero delle forze dell’ordine: “Ho calcolato che in tutta Italia ci sono al massimo 5 agenti, poi ho finito le dita della mano. Quando il centrodestra sarà di nuovo al governo presenterò un disegno di legge per garantire la presenza di un poliziotto o carabiniere in ogni tasca di pantalone e giacca degli italiani“.

Gianni Zoccheddu – Luca Deriu

Tags
, , ,

Gianni Zoccheddu nasce in Sardegna nella calda estate del '76, unico sopravissuto di 4.576.458 fratelli, tutti morti durante la fecondazione. Fino ai 18 anni è convinto di essere Gesù poi, fallito il tentativo di moltiplicare pani e pesci facendoli accoppiare tra loro, smette di credere in se stesso e diventa ateo. Dopo alcuni anni passati a lavorare come commesso presso un distributore automatico si iscrive in Lingue, ma non si laurea per colpa dei comunisti, le scie chimiche e i rettiliani. Attualmente vive a Scrotopoli, dove si prende cura di una dozzina di troll nani, cercando faticosamente di guarirli dalla schizofrenia. Nel tempo libero ama fare bolle di sapone col culo e conosce personalmente un quasar. Segni particolari: un vistoso rinoceronte tatuato sulla chiappa destra di un altro tizio. Motto preferito: meglio soli che pianeti.

Commenta