Untitled-23

Mediaset: pronto in autunno ‘Il Porcile’, reality show sugli aspiranti sosia di Borghezio

11 aprile 2014

CINICHELLO BALZANO (MI) – L’anno è appena iniziato, ma Mediaset sta già affilando i coltelli in vista dell’autunno, il periodo più caldo per la raccolta pubblicitaria. Lo conferma la conferenza stampa tenuta lunedi scorso dai vertici del gruppo televisivo.

Piersilvio Berlusconi ha illustrato al nutrito gruppo di giornalisti i progetti editoriali per l’anno in corso e i programmi di punta che verranno trasmessi in prime time.
Il lunedì sarà dedicato alla nuovissima fiction ‘Tutti gli uomini di Graziellone‘, la delicata storia d’amore di un marinaio di Forlimpopoli a bordo di una petroliera turca.
Il martedì si raddoppia con un’altra fiction in prima visione: ‘Amore modesto‘, tutti i dubbi e le incertezze di un promettente avvocato milanese minidotato.
Serata dedicata ai quiz invece, quella del mercoledì, con Gerry Scotti e il suo: ‘La Roncolata‘, un gioco dai risvolti imprevedibili.

Ma è il giovedì che Mediaset schiera la sua punta di diamante: ‘Il Porcile‘, un nuovo reality interamente dedicato agli aspiranti sosia di Borghezio. I concorrenti dovranno cimentarsi in una serie di prove che vanno dall’insulto più gratuito al rastrellamento paranazista, fino alla gara di stupro della lingua italiana. Il vincitore si aggiudicherà un safari di caccia all’interno del Cie di Lampedusa.
Il gruppo televisivo punta molto su questo programma per recuperare credito nei confronti dell’ambìto target degli idioti arricchiti.
Il venerdì sarà dedicato al cinema, con i cicli: ‘Io e Muccino, almeno 30 metri di distanza‘, ‘Fantacinema‘ (Le migliori cagate di Michael Bay) e ‘Amici Cazzotti‘ (Tutti i film di Bud Spencer e Terence Hill).
Il sabato rimane saldamente nelle mani di Maria de Filippi con ‘C’è posta per te‘ in una edizione ‘vip’ fortemente rinnovata: i postini di Maria recapiteranno torte giganti, con all’interno delle spogliarelliste, a noti uomini politici italiani.
La domenica torneranno, dopo anni di assenza, Pippo Franco e il Bagaglino, con il nuovo show: ‘Scorreggioni‘, satira al vetriolo senza sconti per nessuno, tranne i potenti, come da tradizione.

In attesa delle contromosse della concorrenza (Rai e Sky in testa) Mediaset ha insomma mostrato le sue carte, sicura che a settembre avrà ancora il punto più alto, come sostiene Piersilvio Berlusconi: “Siamo certi di ottenere ottimi risultati, grazie a prodotti di qualità destinati a un pubblico sempre più esigente. E grazie alla sostanziale posizione di monopolio nel mercato pubblicitario, creata dal più grande liberista della storia, mio padre”.

Gianni Zoccheddu

Gianni Zoccheddu nasce in Sardegna nella calda estate del '76, unico sopravissuto di 4.576.458 fratelli, tutti morti durante la fecondazione. Fino ai 18 anni è convinto di essere Gesù poi, fallito il tentativo di moltiplicare pani e pesci facendoli accoppiare tra loro, smette di credere in se stesso e diventa ateo. Dopo alcuni anni passati a lavorare come commesso presso un distributore automatico si iscrive in Lingue, ma non si laurea per colpa dei comunisti, le scie chimiche e i rettiliani. Attualmente vive a Scrotopoli, dove si prende cura di una dozzina di troll nani, cercando faticosamente di guarirli dalla schizofrenia. Nel tempo libero ama fare bolle di sapone col culo e conosce personalmente un quasar. Segni particolari: un vistoso rinoceronte tatuato sulla chiappa destra di un altro tizio. Motto preferito: meglio soli che pianeti.

Commenta