rsz_programmable-82455_640

Lega Nord: “Via dalle scuole gli orologi con i numeri arabi”

1 giugno 2013

San Martino Piemontano (Va) – In tutta Italia, ma soprattutto al nord, la scuola pubblica è spesso al centro di polemiche e battaglie, come quelle in difesa del crocifisso, del maestro unico e della cassoela obbligatoria. La Lega Nord, già fiera sostenitrice delle battaglie sopracitate, ha deciso di spingersi oltre.

Un attivista del partito infatti, mentre prendeva il figlio a scuola, ha notato che in quasi tutte le aule era presente un orologio a muro che segna il passare delle ore con numeri arabi. Con orrore è corso a segnalare la cosa ai dirigenti locali del partito, che hanno diffuso attraverso volantini e comunicati un appello che recita così: “Dopo averci rubato il lavoro, adesso questi arabi ci rubano anche la sovranità oraria: ribelliamoci”.

L’eco della protesta sta interessando anche altre zone della provincia e addirittura dell’intera macroregione. L’obiettivo è sostituire in tutte le scuole i numeri arabi con i numeri in dialetto, “per insegnare ai nostri ragazzi la tradizione”.

Nel frattempo i professori di matematica stanno organizzando una protesta per difendere il diritto all’utilizzo dei numeri arabi, ottenendo però solo risposte come: “Voglio vedere se a casa loro vi fanno insegnare i numeri italiani!”.

Marco Bressanini

[05/06/2013 Modifica: Abbiamo cambiato l’ambientazione scelta dall’autore (Caronno Pertusella) con una località di fantasia perché diversi portali di notizie non hanno capito la natura umoristica del sito e hanno riportata la notizia come autentica, creando possibili imbarazzi alle persone identificabili dall’articolo.]

Tags

Dal 2008 conduce una brillante carriera nel precariato. Prima è stato studente, vagabondo e frontman di una one man band, da cui si è separato per dissidi interni.

Commenta