4141668920_e7dca7118e_b

LAUREANDA NON PUBBLICA FOTO CON LIBRO SULLE GINOCCHIA, IL PROF. LA BOCCIA ALL’ESAME

26 giugno 2013

Indignazione all’Università di Macerata. Una studentessa italoamericana, Iulia A. Cugini, ventisei anni, non pubblica su Facebook l’imprescindibile foto al mare col libro di testo appoggiato sulla gamba sullo sfondo della costa adriatica, venendo dunque respinta all’appello estivo di “Scienza della morte delle comunicazioni interpersonali”.

Dispiaciuto ma perentorio il commento del docente: “Un affronto al popolo dei Social Network, una mancanza che ha apportato gravi disagi alla condotta della normale routine degli utenti e del pettegolezzo”. Alcuni di loro avrebbero infatti avvistato la ragazza sulla spiaggia, ma in serata non avrebbero trovato nessun riscontro sul diario Facebook della stessa, nemmeno all’indomani mattina.

Inevitabile lo sgomento e il senso di precarietà scatenato nei loro animi da tale comportamento dissennato, per non parlare dell’imbarazzo del docente quando non si è trovato davanti la foto del ginocchio della studentessa, non disponendo così di alcuna effettiva prova del suo studio pomeridiano.

I gentili utenti possono comunque tirare un sospiro di sollievo, la punizione sarà esemplare: al prossimo appello la ragazza dovrà postare sul social un numero di foto pari a quello delle pagine del libro di testo, rigorosamente rovinate in stile vintage grazie a Instagram, e riceverà un voto basato sulla media dei “mi piace” ottenuti dall’album.

J. Spencer

Lo sporco che fa notizia

Commenta