LadyGaga_1

LADY GAGA INDOSSERÀ UNA GIACCA FATTA CON LA PELLE DEI SUOI FANS

3 dicembre 2013

NEW YORK – Ennesima provocazione di Lady Gaga: la regina indiscussa del pop ha annunciato di voler indossare una giacca di pelle umana, usando quella che le verrà donata dai suoi fans.

La cantante spiega questa iniziativa in un’intervista esclusiva concessa a tRolling Stone: “Il contatto col mio pubblico mi ha sempre regalato vibrazioni intime e profonde, sul palco vorrei sentirmelo tutto addosso. E non mi sento mai così viva come quando canto nuda con indosso solo una giacca di pelle. Allora ho pensato di chiedere ai miei fans un regalo speciale per dimostrarmi il loro amore: un po’ della loro pelle.”

Lady Gaga ha contattato oltre 100 chirurghi estetici in tutto il mondo, coordinati dal Dr Jack Ripper, luminare del settore che opera a Londra. I fans italiani si possono registrare presso la clinica del Dottor Scanagatta a Squarto Oggiaro.

I medici stabiliranno con i volontari quali lembi di pelle prelevare: i sarti della cantante consigliano di tagliare quella che unisce i genitali all’ano per la sua particolare elasticità, anche se i tempi di recupero dopo l’intervento sono più lunghi. Poi verrà stabilito quali faranno parte della giacca in base alla loro qualità: i fortunati fans selezionati avranno l’onore di avere una parte di sé indossata dal loro idolo e saranno ricambiati con un’ampolla di mestruo di Lady Gaga.

Tra i partecipanti all’iniziativa anche molti VIP: la prima in assoluto è stata Donatella Versace, grande amica della cantante americana. La stilista non ha avuto neanche bisogno di sottoporsi all’intervento, visto che da sempre conserva la pelle avanzata dai suoi lifting e quindi ne ha a disposizione alcuni metri quadri, che fino ad ora aveva usato principalmente per aggiungere grinze ai suoi cani Shar Pei.

Andrea Michielotto

Versione inglese

Andrea Michielotto nasce per partenogenesi da un altro organismo pluricellulare chiamato Andrea Michielsette. È considerato uno dei maggiori narratori viventi in uzbeko, anche se crede di scrivere in italiano. Attualmente lavora come ghost writer di Domenico Scilipoti.

Commenta