vittorio-selvaggia

La Lucarelli agli stalker: “Non perdete la speranza, io mi sono innamorata del mio”

1 ottobre 2013

Non perdete la puntata di oggi di Verissimo se volete conoscere che volto ha il nuovo fidanzato dell’ambitissima Lucarelli. Selvaggia non smette di stupirci e a quanto pare ha anche l’innamoramento facile. Sembra infatti che abbia deciso di far sapere a tutti che l’uomo che l’ha costretta a cambiare la serratura del suo cuore sia proprio il suo stalker più malato.
Del resto è bella, famosa, scooppa da paura ed è così ‘Donna’ che fa gavettoni con la mooncup, cosa le manca? Fino a qualche settimana fa le mancava solo l’amore ma ora pare davvero averlo trovato. Chi è il fortunato? Non bisogna andare molto lontano per scovare nel mondo del aerogiornalismo e delle scritte nei bagni degli autogrill, il toy boy della Lucarelli: vive da circa 7 anni a Monviso a Cattivasorte, paese natale della Lucarelli, dove probabilmente si sono conosciuti. Si chiama Vittorio Luttazzi, ha 25 anni, movimenti ripetitivi, comportamenti ossessivi ed un passato da tronista, almeno fino a che la sua fabbrica specializzata in sedie reali non ha chiuso; ora scrive per un giornale su cui cura una rubrica di prostata oltre ad un principio di psoriasi. “Lui sì che puzza e produce gomitoli dall’ombelico, non quel frocetto di Amici!”. Questa è solo una delle innumerevoli doti che le hanno rubato il cuore e che la giornalista col punto G maiuscolo generosamente ci anticipa: “L’ho notato mentre era vicino alla serranda del mio garage impegnato a cagare sopra una copia di ‘Chi’ con in copertina Belen e la sua fidanzatina…opss!!! Vederlo riempire di merda quei vip (l’arte marziale praticata al massimo dan proprio dalla showgirl) è stato fantastico ed è stato colpo di vista a primo fulmine!”. Poi
aggiunge con un pizzico di orgoglio: “Ora che non deve più spendere i soldi per pedinarmi o per inviarmi oggetti intrisi del suo seme, con quello che risparmia mi riempe di regali e mi rende felicissima, ed anche il mio tenore di vita è migliorato notevolmente: ho la stessa chiave delle lettere da 3 mesi, e lo stesso numero telefonico da 2, sto vivendo una seconda pubertà”. Poi il messaggio rivolto alle colleghe: “Era dolcissimo ed era sotto ai miei occhi oltre che sotto il mio portone di casa, mi ha rigato l’auto da parte a parte, a forma di anello nuziale, credo voglia sposarmi, fate come me, a confronto i cani adottati al canile sono dei viscidi infami”.


Che altro aggiungere? I muscoli di certo non mancano al bel Vittorio, ma neanche la pancia, il naso enorme, i peli sulla schiena ed il delizioso vizio di grattarsi sempre i coglioni. Lui è estasiato dall’avere al suo fianco la sua Selvaggia: “All’inizio mi sarei accontentato di leccare il suo spazzolino o di annusarle i piedi, ma poi ci siamo aperti, lei mi ha fatto vedere il viagra sotto una luce diversa e non più solo per non sfigurare nelle piscine comunali o per mantenere l’erezione girando per parchi indossando solo un impermeabile ed io le ho mostrato la mia collezione di tazzine da caffè macchiate del suo rossetto. E lo confesso solo a voi: anche a letto è fantastica, scooppiamo anche 3 volte al giorno”

Vittorio Lattanzi

 

Inquina il pianeta sin dal 1977, marchigiano doc, è noto alle cronache per la famosa frase "Ahi, no coi denti!" sussurrata a Lady Gaga durante un pompino. Riproducendosi ha reso carta straccia 20anni di lavoro di Darwin, ora è padre di una bambina che ha deciso di chiamare come la nonna materna, Nonna. Attualmente vive.

Commenta