Isoardi

La Isoardi arriva a ‘La prova del cuoco’: “Prima le ricette italiane”

7 giugno 2018

Roma – L’accordo politico tra Lega e M5S, che ha consentito la nascita del governo del cambiamento, si ripercuote anche sul palinsesto della Rai. E non stiamo parlando di nomine ai vertici dell’azienda, ma della conduzione del più popolare cooking show della tv.

Alla guida de “La prova del cuoco”, infatti, è stata nominata Elisa Isoardi, fidanzata e stiratrice di camicie di Matteo Salvini. Ma quello che non era trapelato fino a oggi e che vi sveliamo in esclusiva è che per il dopo-Clerici era in lizza anche la fidanzata di Di Maio. Lo stallo su questa nomina, rimasto segreto fino a ieri, è durato circa tre mesi e per uscire dall’impasse il Presidente della Rai aveva pensato addirittura di affidare la trasmissione a un conduttore neutrale. Si erano fatti diversi nomi, ma il più gettonato sembrava essere – anche per via dell’attinenza del cognome con la natura del programma – Carlo Cottarelli.

Poi ha prevalso la politica e la necessità di placare l’incertezza dei mercati generali di via Ostiense, dove la Rai acquista i prodotti, e quindi – nonostante Giuseppe Conte si fosse detto disponibile dichiarandosi pronto a essere ‘lo chef di tutti gli italiani‘ – la trasmissione è stata affidata alla fidanzata del vice premier Salvini. E l’influenza di quest’ultimo si vede già nelle prime dichiarazioni della Isoardi: “Prima le ricette italiane”, ha tuonato la conduttrice – per il cous-cous, il kebab e i falafel è finita la pacchia! Al massimo – ha aggiunto – un po’ di insalata russa ogni tanto”.

Lady Salvini sta già lavorando alle prime puntate della trasmissione: “Cucineremo solo le cose presenti nel contratto, dunque un giusto mix di sapori del nord e sapori del sud. Ma la maggior parte delle ricette riguarderà un grande protagonista della nostra tavola: il pollo ruspante”.

Intanto dalla Rai fanno sapere che la nomina della Isoardi sarà bilanciata, in un’ottica di conservazione dell’equilibrio politico, dall’arrivo di esponenti dei 5 stelle nel cast del programma. Ancora non si conoscono i nomi, ma voci ben informate parlano di una probabile nomina di Vito Crimi come gobbo della trasmissione. Appuntamento a settembre, dunque, per scoprire se questa nuova conduzione otterrà la fiducia dei telespettatori.

Eddie Settembrini

Come giornalista del Washington Post ha scoperto lo scandalo “watergate”, ma ha lasciato lo scoop a due colleghi ambiziosetti in cambio di un hot dog. Tornato in Italia ha iniziato a indagare sui delitti del Mostro di Firenze; ha smesso quando ha capito che gli indizi conducevano a se stesso. Ora scrive per Lercio sotto ricatto. Il suo romanzo preferito è “Oblomov”, ma si è immedesimato talmente tanto nel protagonista che non l'ha mai finito.

Commenta