(foto: GabboT
)

(foto: GabboT )

Jihadista tenta di farsi esplodere al Lucca Comics: fermato da 40 Capitan America

28 ottobre 2016

Lucca (C&S) – “Attimi di panico, raccapriccio, terrore e salivazione eccessiva (ho visto anche un paio di ragazzi che se la sono fatta sotto) poi finalmente quel tizio grassone vestito da CatWoman se n’è andato e ci siamo potuti concentrare su quello che si voleva far esplodere”, sono le parole di Caligero Costati, un ventidueenne di Potenza che ha ripreso tutta la scena col suo smartphone e che ora rischia di schiacciare il primato di Gangnam Style su Youtube, visto che il suo video ha già raggiunto due miliardi di visualizzazioni in tre ore.

“Stavo lì a fare due foto a qualche cosplay seminuda, quando è arrivato sto tipo e ha iniziato ad urlare in un qualche dialetto incomprensibile, forse alto molisano, e poi ha cacciato fuori una bombola 4×4 di quelle che usi per riscaldare un intero condominio. Subito abbiamo compreso che non voleva preparare una grigliata per tutti usando un metodo artigianale ed è un po’ scoppiato il panico”, continua a spiegare Caligero.

Il momento di maggior tensione è stato stemperato da Visigoto Maldive, fotoreporter de “La Cruna del Cammello”, giornale cattolico locale, che stava scattando foto alle numerose signorine discinte presenti in fiera per l’editoriale del suo direttore “Perché Lucca Comics and Games è la fiera del peccato, della lussuria, e degli sconti che distruggono il lavoro delle fumetterie”. Visigoto, non avendo capito la situazione ha visto questo losco figuro vestito da terrorista Isis (il completo è ordinabile su www.isistivestecongarbo.allahakbar.org) e ha pensato fosse uno dei molteplici cosplay che affollano la cittadina toscana durante la manifestazione. Ha quindi avvicinato il tipo che brandiva minacciosamente la bombola e gli ha chiesto di mettersi in posa per fargli due foto d’impatto. Il ragazzo, che poi si è scoperto essere Almark Al Kolumbr, trentenne di Imola che aveva appena cambiato fede, lavoro, stato, nomi, animali e città, si è sentito lusingato dell’attenzione ricevuta dal fotoreporter e ha accettato di buon grado le richieste del Visigoti.

In quel mentre una quarantina di Capitan America – in transito per le vie della città dopo aver iniziato il loro consueto raduno nazionale – si sono ritrovati in piazza ed hanno assistito allibiti alla scena. Dopo lo sbigottimento iniziale gli eroi hanno bloccato da soli il terrorista mentre cercava di mimare un rapporto osceno con la bombola di gas, su direttive del Visigoti, e gli hanno effettuato quella che comunemente viene definita “La lezione della Libertà”, ovvero menarlo con uno scudo ipertecnologico, per dimostrare che gli Stati Uniti sono il Paese migliore perchè investe cifre enormi nelle tecnologie militari e fa si che tutto il mondo sia sicuro, bombardandolo.

Insomma, una tranquilla mattinata di paura al Lucca Comics che non ha distolto di molto l’attenzione dei visitatori sulle tre cose importanti nelle moderne buone fiere dei fumetti: youtubers, libri di pagine facebook di dubbio gusto e tette esposte.

Davide Paolino

Nasce, cresce, corre! Il giorno 30/12 dell'86 decide di rovinare le vacanze a sua madre venendo al mondo. Da quel giorno in poi è tutto in discesa. Gli piace leggere, scrivere, desiderare le cose d'altri, santificare la domenica al Dio Campionato. Adora passeggiare sui luoghi dei disastri aerei prima che accadano. Scrive per Lercio perché vede la gente morta.

Commenta