Attenzione!

Il nostro server è entrato in casa d'altri di notte ed è stato ucciso

Se non volete restare a corto di lercio comprate il libro

Fecondaz_Omeopatica_1

In arrivo la fecondazione assistita omeopatica con l’acqua spermatica

22 aprile 2016

Dilui (TO) – Straordinario annuncio quello dato oggi in un’affollata conferenza stampa dal Dottor Samuele Anemanno: sarà presto disponibile in Italia la fecondazione assistita omeopatica. Il Dottor Anemanno dirige da anni a Dilui, piccolo paese del Torinese, un rinomato ambulatorio omeopatico, Oscillococcinum Hospital. Da pochi mesi ha inoltre acquistato a una svendita fallimentare una Clinica della Fertilità (“Tutte quelle riviste hard a un prezzo stracciato!”) chiamata Sinivali (dal nome di una dea induista della fecondità). Ha quindi pensato bene di unire le due attività, mettendo a punto per la prima volta una tecnica di inseminazione artificiale che sfrutta i ben noti meccanismi dell’omeopatia.

La fecondazione assistita omeopatica si basa infatti sulla memoria dell’acqua e sulla diluizione. Visto che l’acqua mantiene il ricordo delle sostanza con cui viene a contatto e che i principi attivi sono tanto più potenti quanto più sono diluiti, ecco il colpo di genio: una cisterna d’acqua da diversi ettolitri, se viene in contatto con un singolo anemico spermatozoo, dopo un’opportuna dinamizzazione omeopatica, sarà in grado di fecondare centinaia o addirittura migliaia di donne! Basterà un solo donatore per realizzare fiumi di acqua spermatica.

Ma non finisce qui: il Dottor Anemanno ha infatti provveduto a contattare un idraulico molisano per mettere a punto un sistema brevettato di distribuzione dell’acqua spermatica. Le clienti della Sinivali avranno il loro bidet di casa collegato direttamente con le cisterne preparate dalla clinica: basterà quindi che svolgano le normali operazioni di igiene intima per entrare in contatto con il miracoloso liquido omeopatico e rimanere incinte.

Un piccolo incidente si è verificato durante la fase di collaudo del sistema: la Sinivali si è avvalsa dell’aiuto di un ambulatorio omeopatico francese, situato in un centro pirenaico vicino a Lourdes, e per un increscioso errore tecnico l’acqua spermatica è stata immessa in una delle piscine del santuario, facendo gridare al miracolo alcune donne con i mariti sterili (alcuni dei quali non sono ancora del tutto convinti dell’evento prodigioso). Il resident theologist di Lourdes si è addirittura spinto a ipotizzare che l’Immacolata Concezione della Madonna possa essere avvenuta sfruttando casualmente le proprietà fertilizzanti dell’acqua: il concepimento virginale quindi potrebbe non esser frutto dell’opera dello Spirito Santo, quanto di un lavaggio intimo omeopatico.

Intanto il Dottor Anemanno ha annunciato di aver già ricevuto un numero enorme di richieste. Visto il successo della sua rivoluzionaria tecnica di inseminazione, sta pensando di aprire nuove cliniche in tutta Europa, ma i suoi piani di espansione si stanno scontrando con un ostacolo difficile da superare: all’estero non sanno cosa cazzo è un bidet!

Andrea Michielotto nasce per partenogenesi da un altro organismo pluricellulare chiamato Andrea Michielsette. È considerato uno dei maggiori narratori viventi in uzbeko, anche se crede di scrivere in italiano. Attualmente lavora come ghost writer di Domenico Scilipoti.

Commenta