Fuberal_2

In arrivo Fuberal, il servizio carri funebri di Uber

14 luglio 2015

Mortea (Venezia) – In arrivo anche in Italia un nuovo servizio che rivoluzionerà il mondo delle onoranze funebri: Fuberal, l’estensione di Uber per le esequie dei nostri cari. L’azienda californiana, che ha lanciato il trasporto privato in concorrenza con i taxi, negli ultimi mesi sta affrontando serie difficoltà a causa dei paletti messi da alcuni governi, tra cui quello italiano, quindi ha deciso di esplorare nuovi modi per espandere il suo core business.

La società di San Francisco ha quindi dato il via alla sperimentazione del trasporto mortuario offerto dai privati, che promette di tagliare i costi dei funerali di oltre il 50% e che, come prevedibile, sta suscitando le proteste della FederCarFun, l’agguerrita associazione di conduttori di carri funebri presieduta da Virgilio Caronte. Per registrarsi come autista Fuberal basta possedere una vettura abbastanza grande da contenere una bara, di un colore che non sia mai stato in una giacca di Formigoni e avere la patente B da almeno 5 anni.

I clienti registrati al sito, mentre si svolge l’ultimo saluto al loro caro, potranno utilizzare la app per ordinare un carro funebre, che arriverà in un tempo variabile da 10 minuti a un massimo di 3 ore. Nell’attesa la app diffonderà canti liturgici e discorsi commemorativi del defunto pronunciati da vip del calibro di Enzo Salvi, Antonio “Er Mutanda” Zequila o Emanuele Filiberto di Savoia.

I manager di Fuberal avevano anche pensato di offrire il servizio cremazione installando appositi forni in casa dei conducenti, ma hanno rinunciato dopo l’ultimo increscioso incidente: la suocera di uno degli autisti, Gualtiero Sobacchi, ha pensato di sfruttare la potenza del forno per cuocere l’arrosto della domenica, ignara del fatto che era appena stato usato per la cremazione del povero Donaldo Carabozzi, le cui ceneri sono finite nell’abbacchio con le patate spazzolato a tempo di record dagli inconsapevoli commensali.

Andrea Michielotto

Tags
, ,

Andrea Michielotto nasce per partenogenesi da un altro organismo pluricellulare chiamato Andrea Michielsette. È considerato uno dei maggiori narratori viventi in uzbeko, anche se crede di scrivere in italiano. Attualmente lavora come ghost writer di Domenico Scilipoti.

Commenta