EmanueleFiliberto_1

IL TAR DEL LAZIO: TORNI LA MONARCHIA. EMANUELE FILIBERTO RE D’ITALIA

2 settembre 2013

ROMA – Clamorosa decisione del Tar del Lazio: in Italia deve tornare la monarchia perché i risultati del referendum furono falsati.

Durante i lavori di manutenzione ordinaria del Quirinale un operaio della ditta sub-sub-appaltatrice, Lino Marte, ha inavvertitamente fatto crollare un intonaco che nascondeva due grandi casse. Il titolare dell’azienda, Camillo Cavallo Carrozza, imprenditore ma anche storico dilettante e fondatore del MONA (Monarchici per l’Onore della Nazione e dell’Aristocrazia), ha immediatamente convocato i tecnici dei Beni Culturali. L’apertura dei forzieri ha lasciato tutti senza parole: contenevano schede elettorali risalenti al referendum monarchia/repubblica del 1946, per l’esattezza 2 milioni e 805 schede recanti il voto per la monarchia.

Il Cavallo Carrozza ha presentato senza indugio un ricorso al Tar del Lazio per chiedere il riconteggio dei voti. Mentre ancora si ignora chi abbia occultato le casse, i periti del Tribunale hanno stabilito che le schede rinvenute sono da considerarsi valide, quindi la monarchia risulta vincitrice per 666 voti di scarto. I Savoia pertanto non solo hanno diritto di veder interrotto il loro esilio, ma anche di riprendersi la corona.

Il prossimo Re d’Italia sarà Emanuele Filiberto, che ha appreso la notizia durante la registrazione della nuova stagione de “Il Principiante”. Sua maestà in quella puntata stava lavorando in un circo. Mentre spalava escrementi d’elefante, è stato avvisato dell’investitura e sopraffatto dall’emozione è scivolato, è finito sommerso dalle feci dei pachidermi mentre urlava “Sarò REEEEEEEEEEEEEE!!!!”.

In queste ore Emanuele Filiberto sta lavorando febbrilmente all’organizzazione del nuovo Regno d’Italia. Il Cavallo Carrozza avrà un posto di rilievo nelle istituzioni monarchiche per premiare il suo impegno in favore dei Savoia. La carica di Primo Ministro invece non dovrebbe sfuggire a una famiglia buona per tutte le stagioni. Il favorito per il ruolo di premier è infatti Aimone Fernando Letta, un altro nipote di Gianni, esponente di spicco dell’ala monarchica della famiglia, fino ad oggi rimasta nell’ombra ma che ora finalmente può godersi il meritato momento di gloria.

Andrea Michielotto nasce per partenogenesi da un altro organismo pluricellulare chiamato Andrea Michielsette. È considerato uno dei maggiori narratori viventi in uzbeko, anche se crede di scrivere in italiano. Attualmente lavora come ghost writer di Domenico Scilipoti.

Commenta