8619105306_b15e33e930_b

I Negramaro scrivono una canzone che non menziona fenomeni atmosferici

27 luglio 2013

L’indiscrezione non è ancora stata confermata, ma ormai sembra ufficiale: i Negramaro avrebbero scritto una canzone in cui non si fa riferimento a fenomeni atmosferici. Niente più pioggia che cade, niente più sole, niente più cielo blu, niente più nuvole e lenzuola, niente più sabbia e sole, niente più pioggia sulla neve: Giuliano Sangiorgi e soci hanno deciso di non parlare più di condizioni meteo nei loro brani.
Al momento il gruppo non ha ancora fornito una spiegazione sui motivi della scelta anche perché, ritrovatisi improvvisamente senza metafore climatiche e impossibilitati a usare parole come “aria”, “vento”, “sole”, “pioggia” e “neve”, i Negramaro non sono in grado di esprimersi: non a caso il loro ultimo brano sembra scritto dai Modà.
Per Giuliano Sangiorgi,  il cantante che vanta il più alto numero di sosia di qualsiasi altra rockstar italiana, (chi non ha un amico che somiglia a Sangiorgi?) le cose si fanno sempre più difficili. E mentre c’è chi sostiene che la causa del cambiamento dipende da una richiesta di risarcimento per plagio proveniente dal Centro Epson, qualcuno parla addirittura di una relazione finita male tra Sangiorgi e Andrea Giuliacci. I fan della band salentina sono disperati: alcuni di loro si sono già impiccati alle nuvole osservando il sole che cade.

Simone Morano

Lo sporco che fa notizia

Commenta