(Foto: Elio Centrico)

(Foto: Elio Centrico)

Friulano brevetta lo spigolo salvamignolo e diventa milionario

24 gennaio 2015

Fa sempre piacere raccontare un successo italiano. Anzi, un successo friulano, perché è dalla zona di Manzano, paesone della cintura udinese rinomato per la produzione di sedie e arredi, che arriva questa grande storia di piccola imprenditoria locale.

Gianni Poltronis, detto Mandi, artigiano proveniente da una famiglia di sediai da 826 generazioni, dopo una infanzia ed una adolescenza segnate da ripetute fratture ad entrambi i mignoli dei piedi, causate da urti accidentali sullo spigolo della cassettiera mentre si recava in bagno nottetempo, ha giurato a sé stesso che avrebbe dedicato la sua vita a trovare una soluzione a questo problema che da sempre affligge l’essere umano. Ed ecco che, dopo diversi anni, milioni di euro di investimenti e svariate decine di prototipi, nasce lo Spigolo Mignol-Friendly, un brevetto già acquistato da multinazionali come Poltrona Frouh, Armena Cucine ed i grandi magazzini dell’arredamento di design svedese GIGEA. Proprio GIGEA, nota per la sua attenzione alla sicurezza, acclude ai mobili dotati di SMF una garanzia di ben dieci anni – scaduta la quale il dispositivo SMF, per evitare danni alle persone, trasforma il mobile in utilissimo pellet ecologico – ed una pratica guida multilingue e multiconfessionale alle bestemmie in caso di malfunzionamento.
Una semplice ma geniale invenzione, che salverà preziose unghie e falangi per gli anni a venire.

Alberto Zanini

Lo sporco che fa notizia

Commenta